Browsing articles tagged with " trasparenza"

La bocca della trasparenza

Cetto-La-Qualunque

gio-down

Abbiamo parlato spesso della trasparenza, una priorità per il MoVimento 5 Stelle, ma non tanto per l’attuale amministrazione. E’ brutto prendere per il culo le minoranze e soprattutto i cittadini. In un recente consiglio comunale l’attuale maggioranza ha dichiarato che avrebbe pubblicato, sul sito istituzionale, il resoconto dell’ultima edizione della festa del riso co’ le nose. Ad oggi sul sito del Comune di Nogara non abbiamo trovato nulla. Forse è colpa nostra che non sappiamo usare la rete e non sappiamo consultare il sito istituzionale. Come noi anche molti altri cittadini i quali ci hanno chiesto che fine hanno fatto le promesse di tale pubblicazione.
Questa maggioranza si riempie spesso la bocca della parola trasparenza, ma nei fatti non la applica mai. Domani sera, alle ore 20:30, si terrà il Consiglio Comunale con molti punti importanti all’ordine del giorno. Tra i nove argomenti da trattare c’è l’innalzamento della aliquota dell’IMU, la riconversione dell’ex ospedale Stellini e la costituzione di una Fondazione ad hoc, oltre al problema del traffico pesante in località Brancon.
Come mai, argomenti importanti come questi, non vengono pubblicati sul sito del Comune per permettere ai cittadini di visionarli preventivamente? Forse perché i cittadini si presenterebbero in consiglio comunale ad assistere alla discussione e al voto? A questo link http://is.gd/FdYTNh potete visionare l’elenco delle “news” pubblicate sul sito istituzionale: nessun resoconto della festa, nessun accenno a temi importanti per i cittadini (biogas, ospedale, Nogara-mare) solo comunicazioni dovute e inaugurazioni di vario genere.
Come sempre l’amministrazione Mirandola parla di trasparenza senza mai applicarla. Per quanto ci riguarda vi sono temi importanti su cui la cittadinanza deve essere informata e coinvolta, in modo completo e dettagliato. Ad oggi così non è.

P.S. A questo link trovate l’ordine del giorno del consiglio comunale di domani sera. Stanno decidendo del vostro futuro e quello dei vostri figli, partecipate!

banner-down-bioloc

Share Button

Più trasparenza e meno baldanza

open_data_open_society

Informazioni da Nogara 5 stelle

Il sito internet del Comune di Nogara è stato completamente rifatto. La grafica è sicuramente migliore ma questa nuova versione non varia dalla precedente per quanto riguarda il contenuto. Il nuovo sito è pieno di pagine vuote che fanno perdere tempo e non servono a nulla.
Ci siamo presi la briga di guardare a fondo la sezione Amministrazione Trasparente e abbiamo notato che le voci del menù, a sinistra della pagina, sono la bellezza di settantacinque. Le settantacinque pagine per la maggior parte sono vuote e non abbiamo trovano i documenti che vanno caricati per effetto del Decreto Legislativo n. 33 del 14 marzo 2013. Il decreto in questione reca disposizioni in materia di “riordino della disciplina riguardante gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni”. In buona sostanza l’amministrazione comunale deve essere trasparente sempre e non solo quando fa comodo.
Con tale decreto viene istituito l’obbligo di pubblicità delle situazioni patrimoniali di politici, e parenti entro il secondo grado. Degli atti dei procedimenti di approvazione dei piani regolatori e delle varianti urbanistiche. Viene data una definizione del principio generale di trasparenza: accessibilità totale delle informazioni che riguardano l’organizzazione e l’attività delle Pubbliche Amministrazioni, allo scopo di favorire forme diffuse di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali e sull’utilizzo delle risorse pubbliche. Il modello di ispirazione è quello del Freedom of Information Act, il quale garantisce l’accessibilità di chiunque lo richieda a qualsiasi documento o dato in possesso delle Pubbliche Amministrazioni, salvo i casi in cui la legge lo esclude espressamente.
Il decreto introduce il diritto di accesso civico. Questa nuova forma di accesso si propone di alimentare il rapporto di fiducia tra cittadini e Pubbliche Amministrazioni e a promuovere il principio di legalità e prevenzione della corruzione. Tutti i cittadini hanno diritto di chiedere e ottenere che le Pubbliche Amministrazioni pubblichino atti, documenti e informazioni che detengono e che, per qualsiasi motivo, non hanno ancora divulgato. Infine il decreto disciplina il Piano triennale per la trasparenza e l’integrità che deve indicare le modalità di attuazione degli obblighi di trasparenza e gli obiettivi collegati con il piano della performance.
Di queste settantacinque pagine, che devono raccogliere tutto quanto descritto sopra, ad oggi ne sono completate solo sette. Sette su settantacinque è un buon risultato, non c’è che dire. In fondo la trasparenza per l’amministrazione Mirandola è sempre stato un cavallo di battaglia solo ed esclusivamente a parole. Il Decreto Legislativo n. 33 è entrato in vigore il 20 aprile 2013. Forza, più trasparenza e meno baldanza.

Share Button

Solo con la trasparenza si può avere la fiducia dei cittadini

Transparency

Venerdì sera il MoVimento 5 stelle di Nogara ha spiegato ai cittadini il secondo anno di lavoro tra i banchi della minoranza. La sala era piena e ci ha fatto molto piacere vedere che tra il pubblico c’erano anche esponenti e simpatizzanti dell’amministrazione Mirandola. Abbiamo spiegato chiaramente, con delle slide esplicative, quello che il MoVimento 5 stelle ha fatto, le interrogazioni, le istanze e le proposte di delibera che ha presentato. Abbiamo visto i cittadini attenti e partecipi. La serata è riuscita benissimo.
Gabriele Pernechele ha parlato dei risultati politici delle scorse elezioni. Elezioni che hanno visto il MoVimento 5 stelle come prima forza politica di Nogara. Poi è stata la volta di Ivan Melandri che ha spiegato tutta la vicenda delle centrali a  biogas, vicenda gestita malissimo dall’amministrazione la quale non ha mai portato all’attenzione del consiglio comunale nessuno dei tre impianti in essere. Il MoVimento 5 stelle è stato l’unico a chiedere a quanto ammonta l’indennizzo che ogni centrale versa al Comune di Nogara. Quando abbiamo comunicato che la quota (ridicola) è di 4.000 €/anno i cittadini sono rimasti basiti. Giulia Greggio ha spiegato come funziona il bando degli impianti fotovoltaici approvato dalla giunta comunale. In consiglio comunale si portano sempre e solo regolamenti alquanto discutibili, come i regolamenti per gli spettacoli viaggianti e i circhi. Le cose importanti quali l’approvazione di tre centrali a biogas, due impianti fotovoltaici e una fonderia di alluminio non vengono mai discusse e votate in consiglio ma sempre e solo a porte chiuse in giunta. Trasparenza prima di tutto. Ha chiuso la serata Mirco Moreschi, attuale portavoce del MoVimento 5 stelle di Nogara nonché consigliere comunale, il quale ha parlato del bilancio della festa del riso co’ le nose raccontando quanto è accaduto dall’ottobre scorso ad oggi.
Va ricordato, a chi fa sempre finta di cadere dal pero, che il lavoro del MoVimento 5 stelle è un lavoro di squadra. Una squadra affiatata, informata e preparata che altri schieramenti politici di Nogara possono solo sognare. Il MoVimento 5 stelle di Nogara è formato da persone competenti che hanno la piena fiducia l’una dell’altra e che lavorano all’unisono per il bene del paese. Lavoriamo in totale trasparenza perché solo con la trasparenza si può avere la fiducia dei cittadini.

Share Button

Busta paga a cinque stelle

m5s-sicilia

Il MoVimento 5 stelle della Sicilia ha creato una pagina pubblica dove i cittadini possono controllare costantemente tutti gli emolumenti percepiti dai consiglieri regionali. La trasparenza è la nostra sesta stella e, non ci stancheremo mai di dirlo, è la base per un solido rapporto con i cittadini.

Verranno caricate mensilmente le buste paga dei deputati e copia del bonifico delle somme restituite all’Ars. Ogni 4 mesi verrà pubblicato il rendiconto delle spese per l’esercizio del mandato parlamentare e annualmente il bilancio del relativo Gruppo Parlamentare “Movimento 5 Stelle”.

I Cittadini 5 Stelle all’Ars hanno rinunciato a monte all’indennità di trasporto su gomma (voce non obbligatoria), che prevede un ammontare forfettario annuo di:

€ 3.323,00 per i deputati residenti a Palermo
€ 6.646,50 per i deputati residenti entro 100 km da Palermo
€ 7.989,50 per i deputati residenti a più di 100 km da Palermo

I Cittadini 5 Stelle all’Ars percepiranno solo € 2.500 netti dalla loro indennità (oltre novemila euro lorde) e tratterranno dalla Diaria (€ 3.500 mensili – per ogni assenza vengono detratti € 224,90) solo i rimborsi puntuali, ovvero dietro presentazione di relativa documentazione (es. trasporto, affitto, eventuali trasferte). Che fine faranno le somme non percepite dai Cittadini a 5 Stelle?

I Cittadini 5 Stelle all’Ars restituiranno fin da subito le somme restanti tramite bonifico all’Assemblea Regionale, con l’impegno di destinare le stesse ad un apposito capitolo di bilancio vincolato, in favore di un “fondo per il micro-credito a sostegno delle micro-imprese, come definite al comma 3 art. 2 dell’allegato 1 del Regolamento (CE) n. 800/2008, della Regione Siciliana esistenti o di nuova costituzione da destinare ad interventi finanziari per l’avvio dell’attività o per ammodernamento del ciclo produttivo”.

Qualora, non dovesse essere possibile quest’azione, sarà nostra premura consultarci con i cittadini attivi per valutare insieme il modo migliore per utilizzarle e gestirle. È nostra cura ed interesse che questi soldi vengano restituiti in un modo o nell’altro ai cittadini.

I portavoce a cinque stelle della regione Sicilia hanno restituito, come promesso in campagna elettorale, il 70% degli emolumenti. Questi soldi verranno destinati al finanziamento delle piccole imprese. Questi sono fatti che aiutano concretamente l’economia del paese. Il 24 e 25 febbraio votate per voi.

Share Button

Il virus della trasparenza

virus

Nell’ultima seduta del consiglio comunale il MoVimento 5 stelle è stato attaccato pesantemente dall’assessore Antonio Polo. Le “comunicazioni del sindaco” sono state verbalizzate e caricate sull’albo pretorio del Comune di Nogara. Questo è quanto ha detto l’assessore:

L’Assessore Polo illustra i risultati di gestione della festa. Ritiene che da parte del Comitato Festeggiamenti Nogaresi vi sia stata la massima trasparenza nel comunicare i dati di gestione. Evidenzia infatti che lo statuto del Comitato prevede che il rendiconto debba essere pubblicato entro il mese di maggio dell’anno successivo; i dati 2012 sono pubblici già dai primi giorni di gennaio. Censura quanto scritto sul blog del Movimento 5 Stelle, ritenendo offensive le accuse di scarsa trasparenza rivolte al Comitato e dichiara che provvederà a tutelare il buon nome del Comitato nelle sedi competenti. Chiede al consigliere Moreschi quali siano le sue proposte in ordine alla gestione della Festa del Riso, visto che lui contesta tutto e tutti. Afferma che il Comitato Festeggiamenti pur avendo natura privatistica, costituito secondo le norme del codice civile e quindi non obbligato ad osservare le regole della contabilità pubblica, ha provveduto a pubblicizzare sul sito internet del Comune i risultati della gestione della festa, non avendo nulla da nascondere. Coglie l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno ritenuto di collaborare per la buona riuscita della manifestazione.

Quanto affermato dall’assessore è palesemente falso e chiunque può verificarlo leggendo i post scritti su questo blog. Il MoVimento 5 stelle non ha offeso nessuno, tanto meno il Comitato, piuttosto ci risulta il contrario in quanto l’assessore Polo ha più volte intimato al MoVimento 5 stelle di smetterla con le domande. Naturalmente l’assessore dimentica di dire che il Comitato Manifestazioni Nogaresi è composto da tre soggetti: Comune di NogaraPro Loco e Assoimprese. Quanto scriviamo è confermato anche dall’amministrazione stessa su una pagina del sito comunale (questa la schermata). Noi poniamo domande all’amministrazione comunale e chiediamo l’accesso solo ed esclusivamente a documenti pubblici. Va da se che anche noi ci tuteleremo nelle sedi competenti in quanto siamo stanchi di essere intimiditi in continuazione da esponenti dell’attuale amministrazione. Questo accade sovente in quanto il MoVimento 5 stelle è l’unico che pone delle domande e chiede documentazione. Questa la nostra risposta in consiglio comunale:

Il consigliere Moreschi ritiene di non aver offeso nessuno. Sostiene di aver solo rivolto delle domande in merito alla gestione della festa alle quali, chi ritiene, può rispondere. Sostiene altresì, di non aver mai messo in dubbio l’onestà di coloro che si rendono disponibili a gestire la manifestazione. Il Movimento 5 Stelle chiede solo trasparenza.

Internet e i social network hanno cambiato il rapporto tra cittadini e amministratori. Gli amministratori che si iscrivono a Facebook, Twitter o Google Plus, spesso per cercare voti a buon mercato, si scontrano con un rapporto diretto con il cittadino che, sempre più di frequente, non riescono a gestire. Non rispondono alla gente che gli pone domande puntuali e argomentate, domande di trasparenza e partecipazione. Non rispondono in quanto sono figli di un modo di fare politica che non esiste più e che, fortunatamente, non tornerà mai più. Al virus della trasparenza non esiste antidoto.

Share Button

Le “comunicazioni del sindaco”

ricevuta

Ad ogni consiglio comunale le “comunicazioni del sindaco” sono un non punto all’ordine del giorno. Sono un non punto per attaccare costantemente le minoranze. Si dà un’informazione, più o meno utile, e poi si attacca la minoranza. Ieri sera il non punto era rivolto al MoVimento 5 stelle.
L’assessore Polo e il sindaco Mirandola hanno “usato” le “comunicazioni del sindaco” per attaccare il MoVimento 5 stelle a proposito del post cittadini 1 – amministrazione 0, un post dove si fanno domande lecite e pertinenti sul bilancio della festa del riso co’ le nose. Nello specifico l’assessore Polo ha detto che, sia lui che il Comitato, si sentono offesi da questo post e, per questo motivo, intendono tutelarsi. Ci vogliono forse querelare per aver fatto delle semplici e innocue domande? Se l’assessore Polo e il Comitato Manifestazioni Nogaresi si sentono offesi dalle nostre domande di trasparenza è nel loro pieno diritto fare quello che credono, anche una eventuale azione legale.
La “comunicazione” di ieri sera non era nient’altro che un’intimidazione per farci smettere con le domande. Come si fa a non fare domande su un rendiconto che non spiega sostanzialmente nulla? Noi abbiamo posto delle domande semplici e chiare, capibili da chiunque, se gli interessati vogliono rispondere buon per loro, altrimenti va bene comunque in quanto i cittadini hanno già capito il modus operandi dell’attuale amministrazione.
Per concludere la seduta il sindaco ha messo in dubbio l’esistenza della nostra lettera (questo il link alla lettera) inviata al Prefetto di Verona. Il sindaco farebbe bene a crederci in quanto il MoVimento 5 stelle fa quello che dice e dice quello che fa. La raccomandata è stata spedita, dall’ufficio postale di Nogara, in data 27 dicembre 2012 e la ricevuta, che vedete come foto a questo post, è stata timbrata dall’Ufficio Territoriale del Governo di Verona in data 28 dicembre 2012. Noi, a differenzia di qualcun altro, non raccontiamo balle, mai!

P.S. Per l’ennesima volta il sindaco ci ha chiesto i conti del blog. Ricordiamo che, a tal proposito, è stato scritto un post ad hoc. Forse è il caso che il sindaco lo legga di persona, piuttosto che farselo raccontare.

Share Button

Cittadini 1 – Amministrazione 0

Schermata del 2013-01-05 11:15:18

Ieri, 4 gennaio 2013, come per magia è apparso sul sito del Comune di Nogara il bilancio della Festa del riso co’ le nose dell’edizione 2012. Non è esattamente la risposta alla nostra richiesta di documentazione ma sicuramente è una prima vittoria dei cittadini e del MoVimento 5 stelle Nogara. Noi infatti avevamo chiesto di avere accesso a documenti ben specifici per poter capire nel dettaglio le varie voci di bilancio.
Dopo le nostre varie e vane richieste all’amministrazione Mirandola di fornirci i documenti richiesti e di mettere in rete il bilancio, abbiamo deciso di scrivere al Prefetto di Verona. Ci siamo visti costretti a farlo considerata la risposta dell’assessore Polo e la continua strafottenza dell’amministrazione. Forse qualche effetto la nostra missiva l’ha ottenuto visto che per la prima volta nella storia di Nogara il bilancio della festa del riso co’ le nose è scaricabile dal sito del Comune. I soliti pappagalli, ben ammaestrati dall’amministrazione, hanno diffuso la notizia della disponibilità del bilancio presso il Comune. Dovranno fare pur qualcosa per rendersi “utili”.
Analizzando il bilancio disponibile ci rendiamo conto che consiste in una semplice pagina A4 dove alcune voci, significative, non vengono spiegate nel dettaglio. Allegati al bilancio mancano i documenti da noi richiesti, ovvero tutti i dettagli di ogni voce, le fatture, gli scontrini e tutta la documentazione che serve per appurare la veridicità di ogni singola voce.
Facciamo qualche esempio esplicativo. Nelle uscite si legge la voce “noleggio materiali per festa € 44.165”. Di quali materiali si sta parlando? Forse della tensostruttura? Forse delle panchine e dei tavoli? Con questa dicitura così generica non si capisce per cosa sono stati spesi questi 44.165 €. Stessa cosa per la voce “materiale di consumo e acquisti vari € 15.214,26”. Di quale materiale stiamo parlando? Quali sono questi acquisti vari? Idem per l’ultima voce del bilancio la quale recita “altri oneri di gestione € 4.470,12”. Cosa si intende per altri non è dato saperlo.
Un bilancio che deve essere sicuramente spiegato in sede di Consiglio Comunale dall’assessore competente, per delucidare al meglio quelle voci che generano dubbi in quanto redatte in modo grossolano. Va da se che, a questo punto, l’assessore Polo o il Presidente del Comitato Manifestazioni Nogaresi (che sono la stessa persona) dovrebbero fornirci il resto della documentazione, ovvero quello che abbiamo chiesto già da parecchio tempo. Penseremo noi a renderlo disponibile in rete.
Grazie al MoVimento 5 stelle i cittadini nogaresi, per la prima volta, possono visionare il bilancio della festa più importante di Nogara direttamente sul proprio computer. Una vittoria importante e significativa che ha aperto la strada per altre nuove battaglie di trasparenza.

Share Button

Le “freddure” del sindaco

ifeaturefree

Per l’ennesima volta il sindaco Mirandola ironizza sulla nostra richiesta di pubblicazione dei conti della festa del riso co’ le nose. Qualche giorno fa infatti ha postato questa frase sul suo profilo Facebook: “a quando un bilancio pubblico del sito Nogara 5 stelle?”. Il post è davvero ridicolo, per non parlare dell’unico commento presente. Questa la schermata.
Il blog del MoVimento 5 stelle di Nogara è un blog privato che non deve rendere conto a nessuno in quanto non percepisce nessun contributo pubblico ma vive esclusivamente del supporto economico dell’intero gruppo. Siccome noi crediamo fermamente nella trasparenza, parola che spesso riempie la bocca del sindaco ma che non si traduce mai nei fatti, pubblichiamo quanto costa il nostro blog.
Il costo del dominio www.nogara5stelle.org più l’hosting Linux compreso di 5 caselle mail è di € 20,66 + iva/anno. Il database MySql con uno spazio utilizzabile di 100 MB ha un costo di € 7,00 + iva/anno. Il totale risulta essere di € 27,66 + iva/anno. Se aggiungiamo l’iva, la quale ammonta a € 5,81, si ottiene un totale annuo di € 35,47.
Questo è quanto costa il sito del MoVimento 5 stelle di Nogara. Nei suddetti conteggi non è contemplato il tempo che il gruppo dedica per la realizzazione della grafica e dei post. La nostra passione è fare informazione.
Il sindaco fa lo spiritoso ma non dovrebbe, in quanto la pubblicazione in rete dei documenti è prevista per legge. Infatti il CiVIT (Commissione indipendente per la valutazione, la trasparenza e l’integrità delle amministrazioni pubbliche) con il documento n°35 del 2012 ha deliberato che, a decorrere dal primo gennaio 2013, venga attuato quanto previsto dall’art. 18 del Decreto Legge n° 83 del 2012.

Art. 18 – Amministrazione aperta. La concessione delle sovvenzioni, contributi, sussidi ed ausili finanziari alle imprese e l’attribuzione dei corrispettivi e dei compensi a persone, professionisti, imprese ed enti privati e comunque di vantaggi economici di qualunque genere di cui all’articolo 12 della legge 7 agosto 1990, n. 241 ad enti pubblici e privati, sono soggetti alla pubblicità sulla rete internet, ai sensi del presente articolo e secondo il principio di accessibilità totale di cui all’articolo 11 del decreto legislativo 27 ottobre 2009, n. 150 (questo l’intero testo del Decreto)

Caro sindaco i nostri conti li abbiamo pubblicati, adesso aspettiamo i conti della festa del riso co’ le nose e il costo complessivo dell’«applicazione del sindaco». Visto che ci sei sarebbe il caso chiarissi se il Comune mette soldi pubblici per l’ospitata a Nogara della trasmissione di Rai Due Mezzogiorno in Famiglia del 19 e 20 gennaio prossimo. Aspettiamo con ansia la pubblicazione di quanto richiesto.

P.S. Sempre più cittadini Nogaresi chiedono che vengano pubblicati i conti della festa del riso co’ le nose. I commenti su Facebook lo testimoniano chiaramente.

Share Button
Pagine:12»

La pillola rossa

la-pillola-rossa

#fuoridalleuro

Raccolta firme per il referendum #fuoridalleuro

Meetup M5S Nogara

Meetup M5S Nogara

La denuncia

scudo-della-rete

Consiglio Comunale

banner_consiglio_comunale

Parlamento 5 Stelle

Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

Camera dei Deputati

Montecitorio 5 Stelle

Senato della Repubblica

senato5stelle

Il Movimento 5 stelle sostiene

LRZ_logo

banner-porta-la-sporta

Servizi per i cittadini

indennità-sindaco-assessori-small

Decoro Urbano - We DU!

La mappa delle centrali a biogas

Seguici su Twitter

Google Plus

Hangouts

Video

Produzioni Dal Basso

banner-una-montagna-di-balle

banner-genuino-clandestino

Amministrative 2016