Browsing articles tagged with " tasse"

TASI: da 1,1 a 1,8 per mille. Un aumento del 65%

regali-di-natale

A tutti è arrivato il saldo della TASI, la Tassa riguardante i Servizi Indivisibili. Il Comune di Nogara, come da delibera del consiglio comunale che potete leggere a questo link, ha alzato l’aliquota da 1,1 a 1,8 per mille. In sostanza l’aliquota è aumentata del 65%.
Molti nogaresi si chiedono perché l’Amministrazione abbia deciso un aumento così importante. Aumento che ha visto lievitare notevolmente il saldo che scade proprio oggi, 16 dicembre 2015. Secondo quanto scrive su Facebook l’Assessore Poltronieri, assessore alla cultura, scuola e sport, l’aumento è dovuto causa i 200.000 euro tagliati dal governo”. I nogaresi si chiedono quali sono questi Servizi Indivisibili che l’Amministrazione di Nogara finanzia con la TASI.
Per rispondere a questa domanda è sufficiente leggere la delibera di Consiglio Comunale n° 28 del 2015.

Tenuto conto che per servizi indivisibili comunali s’intendono, in linea generale, i servizi, prestazioni, attività, opere, forniti dai comuni alla collettività per i quali non è attivo nessun contributo o tariffa, secondo le seguenti definizioni: servizi generali, prestazioni, attività, opere la cui utilità ricade omogeneamente su tutta la collettività del Comune. Servizi dei quali ne beneficia l’intera collettività, ma di cui non si può quantificare il maggiore o minore beneficio tra un cittadino ed un altro e per i quali non è pertanto non è possibile effettuare una suddivisione in base all’effettiva percentuale di utilizzo individuale. Servizi a tutti i cittadini, ma di cui non si può quantificare il maggiore o minore beneficio tra un cittadino ed un altro, non ricompresi pertanto nei servizi a domanda individuale.

Come da seguente elenco dettagliato, con indicati i relativi costi complessivi di riferimento: gestione e manutenzione del patrimonio: 151.000 €. Polizia Municipale e sicurezza: 38.000 €. Viabilità ed illuminazione pubblica: 396.500 €. Ambiente e verde pubblico: 131.000 €. Servizi socio-assistenziali: 371.000 €. Gettito totale TASI 510.000 €. Percentuale di copertura dei Servizi Indivisibili con gettito TASI: 46,89655% (47% n.d.a.).

Era doveroso mettere in campo una politica per la riduzione degli sprechi, politica che l’Amministrazione non sembra aver attuato, prima di aumentare l’aliquota. Che fine ha fatto il «consulente taglia-spese» presentato alla stampa dal Sindaco il 28 dicembre 2012? Quali spese ha tagliato? Quali sprechi ha eliminato? Questa figura esiste ancora?
La TASI è aumentata, ma va ricordato che non è l’unica tassa che il Sindaco ha “ritoccato”. A novembre 2013 ha aumentato l’IMU, a dicembre 2012 ha aumentato l’IRPEF, ferma allo 0,50% dal 2001. Per non parlare della tassa sui rifiuti, la TARI, che non accenna a diminuire. Una cosa è certa: questa Amministrazione verrà ricordata come l’Amministrazione delle tasse.

Share Button

L’Amministrazione Mirandola aumenta la TASI

mirandola-aumento-tasi

gio-down

La cosa che riesce meglio all’Amministrazione Mirandola è mettere le mani nelle tasche dei nogaresi. Come ogni anno l’Amministrazione Mirandola presenta la Relazione Bilancio di Previsione Esercizio Finanziario 2015 (428). Una relazione dove il Sindaco e la Giunta illustrano quello che hanno fatto e quello che intendono fare. Al paragrafo “Riequilibrio finanziario e rispetto del patto di stabilità” si legge:

“Questa amministrazione è rientrata nel rispetto del patto di stabilità nel 2011 e anche per il 2015 si mantiene lo stesso obbiettivo. L’Amministrazione continuerà nella sua ricerca di finanziamenti per opere e servizi, fermo restando lo sforzo del 2015 sarà per la concretizzazione dei finanziamenti già ottenuti. Il 2015 sarà il secondo anno di applicazione delle nuove tariffe combinate IMU-TASI e stante il perdurare della riduzione dei trasferimenti statali siamo costretti ad applicare un aumento dello 0,7% sulle tariffe TASI prima casa. Infatti il Fondo di Solidarietà nazionale (in pratica i trasferimenti ai Comuni dal Governo) è passato dal 812.207,35 euro del 2013 ai 670.047,20 del 2014 ai 435.000,00 del 2015. Di converso le tariffe per la raccolta dei rifiuti calano per il secondo anno consecutivo con un risparmio complessivo per il cittadino di poco meno del 6%”.

Come al solito il Sindaco e la Giunta la raccontano a modo loro. È vero quando scrivono: “questa amministrazione è rientrata nel rispetto del patto di stabilità nel 2011″. È doveroso ricordare che lo sforamento del Patto di Stabilità è iniziato con l’Amministrazione Olivieri, proseguendo e aumentando con l’Amministrazione Falco.
È altrettanto vero quando scrivono: “Il 2015 sarà il secondo anno di applicazione delle nuove tariffe combinate IMU-TASI e stante il perdurare della riduzione dei trasferimenti statali siamo costretti ad applicare un aumento dello 0,7% sulle tariffe TASI prima casa“. L’Amministrazione Mirandola scrive “siamo costretti ad applicare un aumento dello 0,7% sulle tariffe TASI prima casa” per colpa del taglio dei trasferimenti da parte del Governo centrale. Eppure il Sindaco ha nominato un esperto in spending review (questo l’articolo de L’Arena) per ridurre gli sprechi ed ottimizzare le risorse. Forse l’esperto non è stato in grado di assolvere al compito assegnatogli da Mirandola? Sarebbe davvero interessante che l’esperto scrivesse una relazione pubblica dove si illustrano nel dettaglio i “tagli” agli sprechi da lui eseguiti.
Per chiudere nella relazione si legge anche un accenno alle tariffe dei rifiuti. Nello specifico scrivono: “le tariffe per la raccolta dei rifiuti calano per il secondo anno consecutivo con un risparmio complessivo per il cittadino di poco meno del 6%“. Per la precisione le tariffe diminuiscono, di media, del 2,57% per le utenze private e del 3,49% per le aziende. Queste le medie fornite dal Direttore dell’ESA-Com intervenuto durante il Consiglio Comunale del 9 luglio scorso.
Vi invitiamo a leggere tutta la Relazione Bilancio di Previsione Esercizio Finanziario 2015 (428) scritta dal Sindaco e a verificare se quanto scritto corrisponde alla realtà dei fatti. A noi, francamente, ci sembra un copia/incolla con molti errori.

P.S. Nel 2014 a Ragusa il Sindaco del M5S ha azzerato la TASI. Nel 2015 ad Assemini il Sindaco del M5S ha azzerato la TASI. Tutto questo grazie al taglio degli sprechi. 5 stelle, 0 TASI.

Share Button

Un bellissimo regalo di Natale

regali-di-natale

gio-down

Nel consiglio comunale di ieri sera l’amministrazione Mirandola ha aumentato, ancora una volta, la pressione fiscale a danno dei cittadini. La delibera approvata ieri, che potete leggere a questo link, aumenta l’aliquota IMU, per terreni agricoli ed aree edificabili, dallo 0,87% allo 0,95%. Va ricordato che questo è il secondo aumento dell’IMU. Il primo fu fatto l’estate scorsa, assieme all’aumento dell’IRPEF, in occasione dell’approvazione del bilancio di previsione. Tasse prima di tutto.
Abbiamo capito ormai da tempo che questa amministrazione non sa fare altro che aumentare le tasse. La ciliegina sulla torta è che questo aumento dell’IMU è finalizzato all’estinzione di mutui contratti addirittura nel lontano 1984. Mutui che andranno a scadenza naturale nell’arco di due o tre anni al massimo. Va da sé che estinguendo anticipatamente dei mutui si deve pagare un indennizzo (penale per anticipata estinzione) che ammonta ad euro 28.304,25. Tutto questo, a detta del sindaco, per rispettare il patto di stabilità.
In definitiva i Nogaresi vedranno aumentare le tasse, non per avere maggiori servizi, ma per pagare dei debiti. Questa è la politica di “Nogara prima di tutto”. Questa è la politica per il cittadino intesa da Mirandola e compagnia. Non c’è che dire: un bellissimo regalo di Natale.

banner-down-bioloc

Share Button

Perché pagare le tasse?

bilancio-parteciaptivo

Un cittadino normale si dovrebbe sempre chiedere perché paga le tasse. E’ una domanda fondamentale da porsi quando, spesso e volentieri, le amministrazioni privatizzano servizi essenziali. In uno stato normale mettere una nuova tassa equivale a fornire un nuovo servizio per la collettività.
Perché un cittadino nogarese deve pagare le tasse se poi vede privatizzato l’asilo nido comunale? Perché un cittadino nogarese deve pagare le tasse se poi vede installare una casa dell’acqua a pagamento gestita da un privato? Perché un cittadino nogarese deve pagare le tasse se poi non ha strutture moderne dove poter fare sport o attività fisica? Perché un cittadino nogarese deve pagare le tasse e mandare i figli in una scuola ormai vetusta ed obsoleta?
Nel bilancio di previsione l’amministrazione Mirandola ha aumentato il prelievo IRPEF di ben 145.000 € e il prelievo IMU di 15.000 €. Le tasse aumentano ma i servizi non sembrano andare di pari passo.
Perché un cittadino nogarese non può decidere come spendere in soldi che versa al Comune? Esistono strumenti appositi, applicabili da subito, come ad esempio il bilancio partecipativo, il quale consiste in una forma di partecipazione diretta dei cittadini alla vita politica del proprio paese (democrazia diretta). Il bilancio partecipativo consiste nell’assegnare una quota di bilancio alla gestione diretta dei cittadini, che vengono così messi in grado di interagire e dialogare con le scelte dell’Amministrazione per modificarle a proprio beneficio.
Le tasse dovrebbero essere pagate a fronte di servizi, acclarato questo, la domanda sorge spontanea: che servizi fornisce il Comune di Nogara? A voi la risposta.

Share Button

Tasse prima di tutto

Nogara Prima di Tutto - Vintage

L’amministrazione Mirandola verrà ricordata come l’amministrazione delle tasse. I cittadini lo devono sapere a gran voce che questa amministrazione, guidata dal sindaco Mirandola, ha dapprima aumentato l’IMU e, nel consiglio comunale scorso ha aumentato l’aliquota comunale IRPEF. Era dal lontano 2001 che non si metteva mano all’IRPEF. Nessuna amministrazione, prima di questa, aveva preso in considerazione tale ipotesi.
Si alzano le tasse quando non si hanno idee in quanto è la cosa più semplice da fare. Il “Monti della Bassa” preferisce alzare le tasse che cercare altre vie per far quadrare i conti. Sarebbe il caso di abbattere gli sprechi e concentrare le risorse sulle cose che contano. Sarebbe il caso di fare azioni veramente virtuose, prima che professarle solo ed esclusivamente a parole. Troppo complicato, troppo dispendio di materia grigia: meglio alzare le tasse, si fa presto e il risultato è garantito.
Le aliquote proposte dall’amministrazione Mirandolesca sono state cambiate due volte in quanto, la proposta di delibera è stata emendata dalla stessa maggioranza (?). L’assessore Poltronieri si è subito prodigato nello spiegare alle minoranze che anche in Parlamento succede questo. L’assessore si dimentica di essere a Nogara, ma soprattutto si dimentica che il suo gruppo è formato da nove persone. In Parlamento sono leggermente di più.
L’aliquota, fino ad oggi in vigore, era dello 0,50%, dal gennaio prossimo si applicheranno le nuove aliquote decise dall’amministrazione Mirandola: 0,56% fino a 15.000 €uro; 0,66% da 15.001 a 28.000 €uro; 0,69% da 28.001 a 55.000 €uro; 0,69% da 55.001 a 75.000 €uro; 0,69 da oltre 75.000 €uro.
Le famiglie faticano ad arrivare alla terza settimana del mese, i carburanti sono alle stelle, fare la spesa per mangiare è diventato sempre più costoso, le bollette sono sempre più pesanti, i negozi sono deserti e l’amministrazione Mirandola decide di fare un bellissimo regalo per le prossime festività. Un regalo che i nogaresi non scorderanno mai. Prima l’innalzamento dell’IMU e adesso l’innalzamento dell’IRPEF. Avanti tutta con Nogara prima di tutto!

Share Button

La pillola rossa

la-pillola-rossa

#fuoridalleuro

Raccolta firme per il referendum #fuoridalleuro

Meetup M5S Nogara

Meetup M5S Nogara

La denuncia

scudo-della-rete

Consiglio Comunale

banner_consiglio_comunale

Parlamento 5 Stelle

Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

Camera dei Deputati

Montecitorio 5 Stelle

Senato della Repubblica

senato5stelle

Il Movimento 5 stelle sostiene

LRZ_logo

banner-porta-la-sporta

Servizi per i cittadini

indennità-sindaco-assessori-small

Decoro Urbano - We DU!

La mappa delle centrali a biogas

Seguici su Twitter

Google Plus

Hangouts

Video

Produzioni Dal Basso

banner-una-montagna-di-balle

banner-genuino-clandestino

Amministrative 2016