Browsing articles tagged with " poltronieri"

Report del Consiglio Comunale del 23 marzo 2016

Schermata del 2016-03-24 08:41:18

Ieri sera in consiglio comunale il Sindaco si è di nuovo dimostrato essere una persona che non discute nel merito del problema ma attacca sbeffeggiando l’avversario politico. Nel mio intervento a riguardo del problema del ‪‎traffico‬ a  Nogara‬ mi sono permesso di ricordare alcune questioni che reputo importanti.

Punto 2: studi di fattibilità e progetti preliminari per il miglioramento della viabilità.
Per esempio, ho ricordato di come l’assessore Poltronieri‬ denigrava la realizzazione della rotonda in centro paese, facendo volantinaggio in via XXV aprile all’altezza nel passaggio a livello, denunciando (giustamente) il problema del traffico. Peccato che in cinque anni, né lui né la giunta di cui fa parte abbia mai affrontato il problema. Nel punto in oggetto hanno proposto addirittura tre rotonde! Si cambia idea in fretta soprattutto quando l’idea non è propria.
Ho ricordato che solo ora, a ridosso del voto, l’attuale giunta se ne esce con il problema del traffico. Un problema cronico per il nostro paese che non può essere risolto né con tre rotonde né tanto meno con la Nogara-Mare‬. Autostrada che non farà nient’altro che aumentare il traffico in centro. Un’opera che, allo stato attuale, farà probabilmente la stessa fine dell’autostrada Bre.Be.Mi. in Lombardia.
In chiusura del punto, ho proposto a Sindaco e Vicesindaco di farsi parte attiva per chiedere alla Regione Veneto‬ di adoperare i soldi destinati alla realizzazione della Nogara-Mare, per la costruzione di circonvallazioni che tolgano il traffico, soprattutto pesante, dai centri abitati.
Il Sindaco mi ha preso in giro apostrofandomi come colui che ha proposto l’installazione delle “casette per i pipistrelli”. Poco male, ancora una volta si qualifica per quello che è.

Punto 6: comunicazioni fognature e acquedotto.
Il Vicesindaco ha ricordato gli investimenti che, nel prossimo futuro, Acque Veronesi farà in paese, sia per il sistema fognario che per l’acquedotto. A tal proposito mi sono permesso di ricordare, a tutti i consiglieri presenti, che nel lontano 1975 molti nogaresi pagarono l’allacciamento all’acquedotto comunale. Ho chiesto espressamente che qualunque parte politica vinca le prossime elezioni, a fronte delle pezze giustificative, non chieda nessun costo di allacciamento a chi ha già versato quanto dovuto.

P.S. La Giunta ha speso la bellezza di 19.990 euro per l’impianto di video ripresa nella sala consiliare. Questo per permettere alla gente a casa di assistere alle sedute del consiglio comunale. Anche ieri sera il servizio non era funzionante. Soldi spesi solo per riempirsi la bocca con la parola trasparenza.

Share Button

Promesse elettorali: “miglioramento della viabilità”

traffico-nogara

gio-down

L’Amministrazione in carica sta per concludere il mandato iniziato nel 2011. L’operato della lista Mirandola, in quasi cinque anni, non sembra avere sortito alcun effetto sul paese e sulla vita dei nogaresi. In concreto: che cosa ha fatto l’attuale Sindaco? Nell’intestazione del programma elettorale del 2011, proposta dalla lista “Nogara Prima di Tutto” si legge: “un programma possibile e verificabile”. Non sappiamo se il programma proposto sia stato “possibile” ma certamente è “verificabile” da qualsiasi nogarese interessato alla vita pubblica e politica del paese in cui vive.

Miglioramento della viabilità. È questo uno dei cavalli di battaglia di Mirandola e compagnia. Nel punto del programma si legge: “modifica della viabilità e potenziamento dei parcheggi in piazza” e “messa in sicurezza dell’incrocio di Caselle”. La “modifica della viabilità” operata dall’Amministrazione Mirandola è stata, sostanzialmente, la possibilità di svoltare anche a sinistra arrivando da via Sterzi. Modifica che ha causato code proprio in via Sterzi, in quanto la svolta a sinistra per l’immissione nell’ex strada statale 12, rende meno fluida la viabilità.  Per Mirandola il “miglioramento della viabilità” consiste nel cambiare un segnale stradale.

Via Sterzi a Nogara - dicembre 2011 - Google Maps

Per quanto riguarda la “messa in sicurezza dell’incrocio di Caselle” non ricordiamo particolari modifiche all’incrocio se non il fatto di aver verniciato i semafori e sostituito le lampadine tradizionali con lampadine a led. Queste sono state le uniche modifiche atte alla “messa in sicurezza dell’incrocio di Caselle”. Non ci risulta, al momento, nessuna altra modifica.

Incrocio di via Caselle a Nogara - dicembre 2011 - Google Maps

Non entriamo nel merito della questione “parcheggi in piazza”, questione già ampiamente dibattuta su blog, social e volantini che ha generato parecchie polemiche. Analizziamo però la promessa elettorale del Sindaco, promessa che ha sicuramente catalizzato parecchi consensi.
I parcheggi in piazza sono stati disegnati o per meglio dire verniciati e non certo realizzati con lavori di modifica della piazza. È bastato dipingere con vernice bianca qualche posto auto et voilà, non c’è trucco non c’è inganno, magicamente si sono creati altri spazi per il parcheggio della auto in centro. In sostanza le auto parcheggiano direttamente sulla pavimentazione della piazza, ma poco importa, l’importante è aver mantenuto la promessa elettorale.
Per la realizzazione del punto del programma “miglioramento della viabilità”, l’attuale amministrazione ha investito davvero poco, qualche secchio di vernice gialla e bianca, lampadine a led e un nuovo cartello stradale. Nulla di più. Promessa elettorale mantenuta?

P.S. Venerdì 4 dicembre alle ore 21:00, presso la sala consiliare del Comune di Nogara, si terrà la serata informativa sul T.T.I.P ovvero il Trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti. Relatori della serata: Gabriele Pernechele, Manuel Brusco e Silvia Benedetti.

Share Button

Lascito Stellini: le piroette dell’Assessore Poltronieri

dichiarazione-poltronieri-lascito-stellini

gio-down

Era il 29 settembre del 2010 quando, l’allora Consigliere Comunale di opposizione oggi Assessore, Marco Poltronieri a proposito del lascito “Stellini” dichiarava:

“Nogara è un lascito…Nogara è un lascito…ci sono anche dei terreni chiaramente a Nogara che vengono gestiti dal ’95 dall’ULSS…allora io dico…io lancio la provocazione…è chiaro che dopo…è una provocazione la mia…lo dico già in anticipo…però i casi sono due: visto che l’ULSS utilizza anche i campi del lascito che sono stati dati per la nostra comunità per farne dei guadagni chiaramente, per pagarsi delle spese, anche per pagare la ristrutturazione e il mantenimento dell’ospedale di Nogara…i casi sono due: o ci riattiva il Pronto Soccorso, oppure ci ridanno la gestione a noi dei campi…almeno i soldi che prende l’ULSS ce li teniamo noi perché è ora di finirla che l’ULSS 21 da anni si prenda i guadagni del nostro lascito per poi investirli su Legnago su Zevio su Bovolone…o li investono su Nogara…o li investono su Nogara o se no…noi dobbiamo riprenderci il nostro lascito che almeno lo faremo fruttare come meglio crediamo noi…lo daremo ad un privato, faremo una convenzione pubblico privato, ci inventeremo qualcosa, risanerà le casse del Comune non lo so…però almeno abbiamo la dignità di gestire noi un nostro…un nostro patrimonio perché è un patrimonio del nostro Comune e non è giusto che questo venga sperperato…sperperato perché qua è uno sperpero o comunque che venga investito in territori lontani dal nostro…chiaro?” A questo link il video dell’intervento in aula.

Più chiaro di così! Peccato che Poltronieri, da vero politico, si sia dimenticato di queste parole quando in Consiglio Comunale lo scorso anno votata a favore della realizzazione di una REMS (residenza per l’esecuzione della misura di sicurezza sanitaria) da edificare proprio sul lascito del nostro concittadino Francesco Stellini. Infatti per costruire la nuova REMS o ex OPG (Ospedale Psichiatrico Giudiziario) l’ULSS 21 sta già pensando di trasformare i terreni del lascito da agricoli ad edificabili.
In un articolo de L’Arena, datato 6 febbraio 2015, si legge: “sul «Rems», la struttura extraospedaliera per detenuti psichiatrici da 12 milioni di euro, cofinanziata da Stato e Regione, che sorgerà sempre accanto all’ex ospedale nogarese, Piccoli (Direttore dell’ULSS 21 n.d.r.) ha osservato: «l’amministrazione regionale è in attesa del decreto statale di finanziamento: successivamente sarà predisposta la convenzione con l’Ulss 21 per avviare i lavori. Stiamo già predisponendo i documenti per il frazionamento ed il cambio di destinazione d’uso dei terreni oggetto dell’operazione»“.
Crediamo ci sia poco da spiegare e, come già successo in passato su altre questioni, l’Assessore Poltronieri dice una cosa e ne fa un’altra. L’unico dato certo è che dal 2010 ad oggi, la “difesa” dell’ex Ospedale Stellini da parte del Comitato (Salviamo l’ospedale di Nogara! Comitato in difesa del lascito Stellini) di cui fa parte anche l’Assessore, non ha dato nessun frutto in quanto il Pronto Soccorso non è mai stato riaperto (com’era peraltro assai prevedibile) e ora si vuole cementificare parte dei terreni del lascito Stellini. L’Assessore Poltronieri cosa intendeva per difesa quando ha dato vita al comitato? “Ai posteri l’ardua sentenza”.

Share Button

La supercazzola dell’Assessore Poltronieri

L’Assessore Poltronieri ogni volta che parla perde l’occasione per stare zitto. Oggi, dopo aver saputo della nostra volontà di raccogliere le firme per evitare la cementificazione del lascito Stellini, ha scritto questo post su Facebook.

post-poltronieri

Come al solito l’Assessore Poltronieri scrive panzane e parla per dare aria alla bocca. I “grillini” (come li chiama lui) vogliono salvare il lascito di Francesco Stellini. I terreni sono stati donati ai Nogaresi per fini nobili e non per essere cementificati per l’ennesima speculazione edilizia. L’ex ospedale Stellini c’è, ed è per 3/4 vuoto. Non raccontiamoci balle e usiamo le strutture che ci sono per insediare la futura REMS.

Questo il nostro Volantino - Uno spreco di denaro pubblico (640)
Questo l’evento Facebook del Firma-Day: https://www.facebook.com/events/678386182222509/
Hastag: #comefosseantani

Share Button

Le regole per gli altri e le eccezioni per se stessi

orwell-animal-farm

gio-down

La coerenza dell’Assessore Poltronieri è sempre eccezionale. Qualche giorno fa abbiamo scritto una lettera al Sindaco per segnalare la pericolosità, durante le ore notturne, dell’incrocio di Montalto.
Il post ha ricevuto molte condivisioni e su Facebook è nata una discussione che ha visto coinvolto anche l’Assessore in questione. Poltronieri, affiancato dal solito supporter per interesse, ha espresso molte perplessità sulla nostra proposta, costruttiva e a costo zero, per cercare di mettere in sicurezza l’incrocio. A supporto della sua perplessità l’Assessore ha commentato citando l’articolo 169 (Art. 41 Cod. Str.) orario di funzionamento degli impianti semaforici.

“Il funzionamento degli impianti semaforici a tempi fissi è vietato dalle ore 23.00 alle ore 7.00; è consentito per quelli comandati automaticamente dai veicoli, per quelli “a richiesta” azionati dai pedoni e per quelli coordinati o a più programmi, in cui sia previsto uno specifico programma notturno con durata ridotta del ciclo semaforico. Allorché si verifichino particolari condizioni di circolazione, con flussi di traffico elevati, o presenza di sensi unici alternati, o lavori in corso e simili, è consentito il funzionamento degli impianti semaforici anche tra le ore 23.00 e le ore 7.00.”

L’Assessore ha ragione, le regole vanno rispettate. Peccato che le regole valgono solo per gli altri e non per l’amministrazione di cui lui fa parte. Il codice della strada, che l’Assessore ama citare, recita anche che “queste manifestazioni (il risotto sulla rotonda n.d.r.) non si possono autorizzare in quanto il Codice della Strada consente solo ed esclusivamente manifestazioni sportive”. Il risotto sulla rotonda, che infrange le regole del Codice della Strada si può fare, invece accendere il semaforo nelle ore notturne (per cercare di garantire la sicurezza degli automobilisti) non si può fare. L’Assessore chiama in causa le regole a seconda della convenienza.
Sappiamo bene come funzionano queste cose. Ogni proposta fatta dal MoVimento 5 stelle è bocciata a prescindere, sempre e comunque. Parliamo con cognizione di causa. Ricordiamo le proposte degli Orti per gli anziani e disabili e del Consiglio Comunale dei ragazzi, proposte bocciate dall’Amministrazione Mirandola e riportate dalla stessa qualche tempo dopo facendole proprie.
Il MoVimento 5 stelle ha portato all’attenzione dell’Amministrazione, nonché del Consiglio Comunale, la sicurezza dell’incrocio di Montalto. Questione che ci è stata segnalata dai residenti della zona. Noi la nostra parte l’abbiamo fatta, non possiamo (per effetto della nostra posizione politica) fare di più. Spetta all’Amministrazione attivarsi in tal senso.

P.S. Si fanno le regole per gli altri, e delle eccezioni per sé stessi. (Charles Lemesle)

Share Button

Ogni promessa è debito

mentire

Un vecchio adagio italiano recita: ogni promessa è debito. Evidentemente per molti non è così e le promesse vengono fatte a destra e a manca solo per racimolare i voti durante la campagna elettorale. Promesse che non vengono affatto mantenute e che si trasformano in veri e propri boomerang.
Durante la campagna elettorale del 2011 il MoVimento 5 stelle dedicò una serata ai volontari del centro sportivo di via Onesti per spiegare come avremmo potuto sostenerli in caso di vittoria. Spiegammo chiaramente che non eravamo in grado di promettere alcuna cifra per il sostentamento dell’attività calcistica in quanto non sapevamo nel dettaglio la situazione contabile del Comune di Nogara (all’epoca il Comune aveva sforato il patto di stabilità). Non volevamo promettere quello che non avremmo potuto mantenere: era ed è una questione di onestà oltre che di stile.
Anche la lista Mirandola organizzò un incontro alla baita del centro sportivo di via Onesti e, al contrario del MoVimento 5 stelle, promise molto (forse troppo) a quelli che li stavano ad ascoltare. Ad oggi, da quanto ci viene raccontato dai diretti interessati, tutte le promesse fatte in campagna elettorale sono rimaste tali. Per amore della verità va anche detto che le cose si fanno in due: ci vuole chi promette e ci vuole chi crede alle promesse. In fondo Hitler aveva ragione quando diceva: “le masse sono abbagliate più facilmente da una grande bugia che da una piccola”.
Per quanto ci riguarda tutti gli sport hanno pari dignità e vanno sostenuti ed incentivati al meglio delle possibilità di un’amministrazione. Nel nostro programma, che potete leggere a questo link, ci sono poche righe, chiare e semplici, che spiegano cosa intendiamo fare per lo sport nogarese.
Siamo fermamente convinti che ogni promessa sia un debito e chi non mantiene ciò che promette deve andare a casa, senza se e senza ma. Purtroppo per chi le dice, le bugie hanno le gambe corte e fanno poca strada. Crediamo sia il caso che l’assessore allo sport mantenga quanto promesso in campagna elettorale, se non altro per il rispetto che meritano tutti quei volontari che si danno da fare, affinché i ragazzi possano continuare a fare sport nel nostro paese.

Share Button

Marco Poltronieri: coerenza prima di tutto

marco_poltronieri

«In una democrazia moderna è di fondamentale importanza la condivisione con i cittadini delle scelte strategiche del paese, le quali, interessandoli direttamente per un lungo periodo di tempo, devono essere preventivamente concertate». Marco Poltronieri – 07/12/2009 – http://is.gd/EAvgED

Le centrali a biogas, installate sul territorio nogarese, non sono state né concertate né condivise con i cittadini. I nogaresi si sono trovati gli impianti fatti, dalla sera alla mattina, senza nemmeno poter discutere la scelta fatta dall’amministrazione Mirandola. L’assessore Poltronieri ha fatto l’esatto contrario di quanto ha dichiarato sul suo blog.

Share Button

La corretta informazione

Questo post vuole spiegare come funziona la comunicazione da parte dell’amministrazione Mirandola. Una comunicazione volta solo a far apparire quello che non esiste e non dare il merito a chi effettivamente va riconosciuto. Domenica scorsa l’assessore Poltronieri ha postato sulla propria bacheca Facebook questo messaggio.

schermata-poltronieri

Questa notizia è vera ma annunciata in maniera scorretta. A far notare questo all’assessore è intervenuto Diego Berlado, attivista del MoVimento 5 stelle, il quale ha semplicemente invitato l’assessore a correggere quanto detto specificando la notizia scrivendo: ok, poi puoi scrivere che la mozione è stata presentata da Nogara ai Nogaresi e votata all’unanimità, quella sarebbe la corretta informazione”. Quanto affermato da Diego è corretto.
L’anno scorso il gruppo consiliare Nogara ai Nogaresi (Lega Nord) ha presentato una mozione dove chiedeva l’installazione, presso la fontana pubblica di piazzetta Franceschetti, di un sistema che ne limitasse il flusso per evitare sprechi d’acqua. La mozione è stata votata all’unanimità da tutte le forze presenti in consiglio.
Il post scritto dall’assessore Poltronieri ha generato cinquanta commenti, la maggioranza dei quali da parte di fans dell’assessore. I sostenitori si sono scagliati contro Diego deviando totalmente dal tema espresso nel suo commento. Commento che chiedeva solamente una corretta informazione da parte dell’amministrazione Comunale.
In soccorso dell’assessore è arrivata puntualmente la replica, con apposito post sulla bacheca personale, del sindaco Mirandola il quale ha sfoderato il suo proverbiale savoir-faire.

schermata-sindaco-01

Il sindaco, non avendone esperienza, non contempla che il MoVimento 5 stelle è formato da un gruppo di persone che di comune accordo presentano interrogazioni, istanze, mozioni e proposte di delibera. Capiamo benissimo che il sindaco fatica a comprendere il concetto di squadra.
Questo post sulla bacheca del Sindaco è durato poco. Infatti, forse non trovando nemmeno i “mi piace” dei soliti amici, ha deciso di riformulare quanto scritto in maniera più “anonima” e meno diretta.

schermata-sindaco-02

Questo è il metodo che l’amministrazione Mirandola usa per comunicare con i Nogaresi. Un’informazione distorta che ricorda molto quella degli attuali media nazionali nei confronti del MoVimento 5 stelle.
Questo post è stato scritto per amore dell’informazione e soprattutto per portare a conoscenza dei Nogaresi il modus operandi dell’amministrazione. Questo “giochetto” delle mezze verità è stato fatto, e continua ad essere fatto, con tutte le forze di opposizione in primis il MoVimento 5 stelle. Noi siamo diversi e amiamo dare a Cesare quello che è di Cesare e a Dio quello che è di Dio.

Share Button
Pagine:12»

La pillola rossa

la-pillola-rossa

#fuoridalleuro

Raccolta firme per il referendum #fuoridalleuro

Meetup M5S Nogara

Meetup M5S Nogara

La denuncia

scudo-della-rete

Consiglio Comunale

banner_consiglio_comunale

Parlamento 5 Stelle

Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

Camera dei Deputati

Montecitorio 5 Stelle

Senato della Repubblica

senato5stelle

Il Movimento 5 stelle sostiene

LRZ_logo

banner-porta-la-sporta

Servizi per i cittadini

indennità-sindaco-assessori-small

Decoro Urbano - We DU!

La mappa delle centrali a biogas

Seguici su Twitter

Google Plus

Hangouts

Video

Produzioni Dal Basso

banner-una-montagna-di-balle

banner-genuino-clandestino

Amministrative 2016