Browsing articles tagged with " ospedale"

La Chiesetta dell’ex ospedale “Stellini”

L’amministrazione, nel suo volantino di fine anno, scrive che “sono tornati in uso esclusivo del Nogaresi la chiesetta, i depositi e le celle” dell’ex ospedale Stellini. Nelle foto qui sotto, potete vedere in quali condizioni sono l’ULSS 21 ci restituisce questi “beni”.

Quale sarebbe il vantaggio per i Nogaresi? Quello di accollarsi i costi della ristrutturazione? Non c’è che dire: il Sindaco e i suoi accoliti hanno fatto davvero un ottimo affare!

Share Button

Rems: promesse, posti di lavoro e ristrutturazioni

Lavori Rems provvisoria a Nogara

Il nostro Sindaco a promesse è imbattibile, soprattutto per quanto riguarda la realizzazione e i posti di lavoro inerenti la futura Rems a Nogara. Se si leggono i vari articoli apparsi sulla stampa oltre che i volantini che l’Amministrazione stessa ha ripetutamente stampato e distribuito, si capisce subito che il nostro primo cittadino dice tutto e il contrario di tutto.
In un articolo del 10 marzo 2014, pubblicato sul Corriere di Verona, si legge che i posti di lavoro sarebbero «circa 150». Nel giornalino distribuito dall’Amministrazione (foto sotto), datato febbraio 2015, si legge che «l’Amministrazione ha concordato con la Regione la realizzazione di un Ospedale Giudiziario sia con nuove strutture sia riutilizzando le esistenti per 40 posti (letto n.d.r.) che porterà un investimento di 12.500.000 € e darà lavoro a più di 100 dipendenti».

Giornalino-Amministrazione-febbraio-2015-pag04

Recentemente, nell’ultimo volantino distribuito (foto sotto), l’Amministrazione scrive «i lavori per il REMS, l’Ospedale Giudiziario sono iniziati e già a Gennaio 2016 ci sarà lavoro per una trentina di persone». Da 150 a una trentina, passando per più di 100.

Nogara Prima di Tutto - 122015 - retro - Rems

Come MoVimento 5 Stelle abbiamo sempre sostenuto di non essere contro la realizzazione della Rems, ma di essere contro la cementificazione di nuovo territorio, nello specifico i terreni del lascito “Stellini”. Per questo abbiamo invitato il Sindaco, anche in consiglio comunale, a riutilizzare parte della struttura dell’ex ospedale “Stellini”, struttura che già esiste e in parte inutilizzata. La risposta del Sindaco è stata questa: «la legge prevede nuove costruzioni».
In realtà la legge non prevede per forza nessuna nuova costruzione, ma si possono recuperare strutture già esistenti. Molte regioni italiane hanno utilizzato la formula del recupero edilizio. Se si guardano i progetti regionali si capisce subito quali sono le regioni che costruiscono ex novo e quali ristrutturano l’esistente. Nello specifico Sicilia, Lazio, Puglia, Lombardia e Calabria ristrutturano ospedali già esistenti i quali vengono adibiti ai futuri pazienti delle Rems. Nulla di fantascientifico, solo buon senso.
Siamo convinti che il Sindaco non abbia le idee chiare. Promette centinaia di posti di lavoro che con il passare del tempo sembra si vadano a ridimensionare. Non solo, dichiara che «la legge prevede nuove costruzioni», cosa smentita dalla Regione stessa, la quale sta costruendo una «Rems provvisoria» all’interno dell’ex ospedale “Stellini”.

P.S. Al secondo piano dell’ala est dell’ex ospedale stanno realizzando la Rems provvisoria della Rems provvisoria che troverà collocamento definitivo al primo piano, sempre nell’ala est dell’ex ospedale. Non è uno scherzo, è così. In Italia non esiste niente di più definito del provvisorio!

Share Button

Unica certezza: la Rems

corte_raffa_edificio_pericolante

gio-down

«Indietro non si torna e la Rems si farà nonostante la contrarietà di tutta o parte della minoranza». Questa la frase che il Sindaco Mirandola ha rilasciato, al quotidiano L’Arena, dopo che i gruppi di minoranza hanno chiesto un Consiglio Comunale aperto al pubblico, per discutere sulla realizzazione della Rems nel territorio comunale. Il primo cittadino che rappresenta, ricordiamolo, solo il 31% dei nogaresi, chiude l’articolo dichiarando che «per Nogara si tratta di un’occasione unica, che rilancerà l’ex ospedale con nuovi servizi e posti di lavoro». L’occasione è talmente unica che nessuno dei 579 Comuni del Veneto, eccetto Nogara, ha voluto la realizzazione della Rems sul proprio territorio. Non c’è che dire: proprio un affarone! Quando il Sindaco dice che la Rems «rilancerà l’ex ospedale con nuovi servizi» fa un’affermazione a cui crede solo lui. Infatti la Delibera Regionale 497 del 04/04/2014 recita testualmente:

“La Giunta Regionale delibera di recepire la proposta dell’Azienda ULSS n. 21 relativa all’ubicazione nel territorio del Comune di Nogara (VR) della struttura sanitaria extraospedaliera per il superamento degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari (OPG), ai sensi della legge 17 febbraio 2012, n. 9 art. 3-ter. Di recepire altresì, per la sola parte riguardante il parere sulla realizzazione di detta struttura, il Documento approvato dal Consiglio Comunale di Nogara con deliberazione n° 4 del 24 febbraio 2014, rimandando ai successivi provvedimenti ogni decisione in merito al piano di sviluppo del Centro Sanitario Polifunzionale di Nogara (VR), dettagliato nel citato Documento.”

Nella Delibera della Giunta Regionale del Veneto, per quanto riguarda i benefici per il Comune di Nogara, si prevede solamente una futura valutazione (al momento indefinita) del potenziamento dei servizi ambulatoriali che saranno, eventualmente, da inserire in uno specifico e futuro programma regionale. Si evince chiaramente che nessuna garanzia, né indicazione operativa, è fornita circa lo sviluppo dei servizi nell’ex Ospedale Stellini a beneficio dei cittadini di Nogara. Inoltre, il Documento deliberato dal Consiglio Comunale di Nogara è stato recepito dalla Regione Veneto solo per la parte concernente il parere positivo espresso circa la realizzazione della Rems, mentre, per quanto riguarda il piano di sviluppo del Centro Sanitario Polifunzionale dettagliato nel Documento approvato dal Consiglio Comunale, la Regione Veneto rimanda ogni decisione a provvedimenti successivi, senza specificare tempi e modalità.
A nostro avviso l’unica cosa certa (ad oggi) è la realizzazione, su 10.000 mq del lascito Stellini, della Rems. Tutto il resto rimane, per ora, solo una promessa.

A questo link http://goo.gl/0PFR3S potete leggere l’articolo apparso sul quotidiano L’Arena.

P.S. Ricordiamo che il Consiglio Comunale aperto, chiesto dalle forze di opposizione di Nogara, prevede la possibilità che il pubblico possa intervenire con domande, richieste e considerazioni. Non perdete questa occasione di far sentire la vostra voce. A breve sarà comunicata la data della seduta.

Share Button

Lascito Stellini: le piroette dell’Assessore Poltronieri

dichiarazione-poltronieri-lascito-stellini

gio-down

Era il 29 settembre del 2010 quando, l’allora Consigliere Comunale di opposizione oggi Assessore, Marco Poltronieri a proposito del lascito “Stellini” dichiarava:

“Nogara è un lascito…Nogara è un lascito…ci sono anche dei terreni chiaramente a Nogara che vengono gestiti dal ’95 dall’ULSS…allora io dico…io lancio la provocazione…è chiaro che dopo…è una provocazione la mia…lo dico già in anticipo…però i casi sono due: visto che l’ULSS utilizza anche i campi del lascito che sono stati dati per la nostra comunità per farne dei guadagni chiaramente, per pagarsi delle spese, anche per pagare la ristrutturazione e il mantenimento dell’ospedale di Nogara…i casi sono due: o ci riattiva il Pronto Soccorso, oppure ci ridanno la gestione a noi dei campi…almeno i soldi che prende l’ULSS ce li teniamo noi perché è ora di finirla che l’ULSS 21 da anni si prenda i guadagni del nostro lascito per poi investirli su Legnago su Zevio su Bovolone…o li investono su Nogara…o li investono su Nogara o se no…noi dobbiamo riprenderci il nostro lascito che almeno lo faremo fruttare come meglio crediamo noi…lo daremo ad un privato, faremo una convenzione pubblico privato, ci inventeremo qualcosa, risanerà le casse del Comune non lo so…però almeno abbiamo la dignità di gestire noi un nostro…un nostro patrimonio perché è un patrimonio del nostro Comune e non è giusto che questo venga sperperato…sperperato perché qua è uno sperpero o comunque che venga investito in territori lontani dal nostro…chiaro?” A questo link il video dell’intervento in aula.

Più chiaro di così! Peccato che Poltronieri, da vero politico, si sia dimenticato di queste parole quando in Consiglio Comunale lo scorso anno votata a favore della realizzazione di una REMS (residenza per l’esecuzione della misura di sicurezza sanitaria) da edificare proprio sul lascito del nostro concittadino Francesco Stellini. Infatti per costruire la nuova REMS o ex OPG (Ospedale Psichiatrico Giudiziario) l’ULSS 21 sta già pensando di trasformare i terreni del lascito da agricoli ad edificabili.
In un articolo de L’Arena, datato 6 febbraio 2015, si legge: “sul «Rems», la struttura extraospedaliera per detenuti psichiatrici da 12 milioni di euro, cofinanziata da Stato e Regione, che sorgerà sempre accanto all’ex ospedale nogarese, Piccoli (Direttore dell’ULSS 21 n.d.r.) ha osservato: «l’amministrazione regionale è in attesa del decreto statale di finanziamento: successivamente sarà predisposta la convenzione con l’Ulss 21 per avviare i lavori. Stiamo già predisponendo i documenti per il frazionamento ed il cambio di destinazione d’uso dei terreni oggetto dell’operazione»“.
Crediamo ci sia poco da spiegare e, come già successo in passato su altre questioni, l’Assessore Poltronieri dice una cosa e ne fa un’altra. L’unico dato certo è che dal 2010 ad oggi, la “difesa” dell’ex Ospedale Stellini da parte del Comitato (Salviamo l’ospedale di Nogara! Comitato in difesa del lascito Stellini) di cui fa parte anche l’Assessore, non ha dato nessun frutto in quanto il Pronto Soccorso non è mai stato riaperto (com’era peraltro assai prevedibile) e ora si vuole cementificare parte dei terreni del lascito Stellini. L’Assessore Poltronieri cosa intendeva per difesa quando ha dato vita al comitato? “Ai posteri l’ardua sentenza”.

Share Button

M5S Nogara: unica opposizione! #lucianostaisereno

corte-raffa

Ormai è chiaro a tutti: l’unica opposizione a Nogara è il MoVimento 5 stelle. La prova sta nel fatto che il Sindaco Mirandola, nei suoi quotidiani post su Facebook, parla sempre e solo di noi. Ieri in poche ore ne ha addirittura “sfornati” due. Nel primo post il Sindaco scrive:

“Per giustificare la raccolta firme contro la cementificazione dell’ospedale Mirco 5S dice una bugia e fa una omissione, nonostante gli abbia personalmente dato una copia del lascito. Dice una bugia quando dice che si procederà ad alienare parte del lascito. NON È ASSOLUTAMENTE VERO E CHI AFFERMA IL CONTRARIO MENTE. Omette inoltre la seconda frase del lascito che dice testualmente: se avessero a sopravanzare annualmente delle rendite intendo e voglio che vengano queste impiegate ALL’AMPLIAMENTO DELL’OSPITALE onde accogliere nel medesimo maggior numero di malati”.

Io non dico nessuna bugia e tutti possono leggere il lascito di Francesco Stellini constatando personalmente che nessuno mente e soprattutto il sottoscritto non deve giustificare nulla. La raccolta firme la stiamo portando avanti nel pieno rispetto della democrazia e del nostro ruolo di opposizione. Sembrerà strano, ma qualcuno che fa opposizione all’amministrazione Mirandola esiste.
Nel secondo post scrive:

“È inutile che Moreschi si arrampichi sugli specchi e dica che va bene il REMS ma poi lo vuole mettere dove non si può PER LEGGE REGIONALE e guarda caso poi dove dovrebbero andare gli anziani non autosufficienti o il nuovo centro per il disagio mentale, mettendo quindi in discussione tutto il piano di riconversione dell’Ospedale. La realtà (TRISTISSIMA) è che M5S di Nogara per puri scopi elettorali NON VUOLE NESSUN SVILUPPO E NESSUNA INIZIATIVA PER NOGARA. Come è facilmente dimostrabile dal fatto che vota sempre contro ogni iniziativa, perfino a quelle del suo programma elettorale (acqua, consiglio dei ragazzi, fotovoltaico)”.

I giochini del Sindaco ormai li conosciamo bene: mischia argomenti diversi quali la casa dell’acqua, il consiglio dei ragazzi e l’impianto fotovoltaico con la realizzazione della REMS. Tutti argomenti che non hanno nulla a che fare fra loro. È la classica tecnica di una persona che si sta arrampicando sugli specchi. Diciamo le cose come stanno: è proprio il Sindaco che, per puri scopi elettorali, dà il consenso alla cementificazione di 10.000 mq dei terreni del lascito Stellini.
Chi crede che sviluppo sia sinonimo di cemento vive ancora negli anni 60. Questo non è lo sviluppo che serve a Nogara, questo è lo sviluppo che serve all’ULSS e alla Regione Veneto. Come sempre il nostro Comune farà da comparsa e le continue promesse, fatte in anni e anni, rimarranno tali. È dal lontano 2009, esattamente 5 anni fa, che al Comune di Nogara viene promessa la riconversione dell’ex ospedlae Stellini. Ai posteri l’ardua sentenza!

P.S. Sabato pomeriggio saremo in piazza Umberto I per continuare la raccolta firme per impedire la cementificazione e favorire il recupero dell’esistente. Aiutateci a fermare questo spreco di denaro pubblico!

Share Button

Video e blog #salviamoillascitostellini

mirco-francesca-blog

Domenica a Nogara era presente Francesca Businarolo, Parlamentare del M5S in commissione giustizia. L’abbiamo invitata per portarla a conoscenza della questione REMS a Nogara, una questione che sta tenendo banco da qualche tempo e che il M5S di Nogara sta affrontando con una raccolta firme e con una continua informazione ai cittadini attraverso blog e social network.
Io e Francesca abbiamo partecipato alla realizzazione di un video (a questo link potete vedere la galleria fotografica) per spiegare la cementificazione di 10.000 mq di terreni del Lascito Stellini dove verrà realizzata la nuova REMS. A breve lanceremo il video su tutte le piattaforme social e di messaggistica e metteremo on line un sito dedicato esclusivamente a questa battaglia: www.salviamoillascitostellini.it. Oltre a questo il nostro Ivan ha consegnato a Luigi Di Maio, Parlamentare del M5S nonché vice presidente della Camera dei Deputati, il Volantino - Uno spreco di denaro pubblico (643). Aiutateci a salvare il Lascito di Francesco Stellini il quale, nel suo testamento, ha scritto:

«Istituisco, chiamo e nomino erede di tutte le mie sostanze il Comune di Nogara, perché con le rendite delle medesime faccia erigere, ove non l’avessi fatto io in vita, nella località Corte Raffa di mia proprietà un Ospitale Civile a vantaggio degli ammalati poveri, e di qualunque malattia, del Comune di Nogara, con obbligo di porre sul frontone di detta Corte Raffa di mia proprietà il suo titolo – Ospitale Civile Francesco Stellini – in caratteri di rame […] Proibisco assolutamente di procedere alla alienazione anche di parte soltanto delle sostanze mie lasciate a titolo ereditario al Comune di Nogara, mentre, ciò facendo, la mia eredità voglio si devolva alle persone che avessero diritto a succedermi per legge»

Così disponeva Francesco Stellini, morto il 15 Febbraio 1895, nel suo testamento olografo del 23 Febbraio 1891. Noi siamo favorevoli alla realizzazione della nuova REMS (Residenza per l’Esecuzione della Misura di Sicurezza Sanitaria) ma non alla sua costruzione su terreni del lascito Stellini. Recuperiamo una parte della struttura dell’attuale ospedale adattandola ad ospitare i malati/detenuti degli attuali OPG. Stop alla cementificazione del territorio! Stop al saccheggio del lascito Stellini!

P.S. Sabato pomeriggio saremo in piazza Umberto I per continuare la raccolta firme per impedire la cementificazione e favorire il recupero dell’esistente. Aiutateci a fermare questo spreco di denaro pubblico!

Share Button

#Mirandoladimettiti

re-luciano

gio-down

L’unica cosa che sa fare il Sindaco di Nogara è insultare quelli che non la pensano come lui. Ieri sera, durante il Consiglio Comunale, il Sindaco Mirandola mi ha definito un «mangia patate». Il Sindaco usa l’insulto perché è in evidente difficoltà da tutti i punti di vista. Ha problemi all’interno della sua maggioranza con forti mal di pancia che preannunciano a breve una diarrea. Ha problemi con il suo elettorato che difficilmente gli rinnoverà la fiducia. Ha problemi con i suoi assessori i quali sono dei meri esecutori degli ordini che lui impartisce. Ha una squadra che vota ciecamente tutto quello che decide lui, senza se e senza ma. Si fa quello che dice Re Luciano, punto e basta!
Il tema principale della seduta consiliare di ieri sera è stata la futura realizzazione di una REMS (Residenza per l’Esecuzione della Misura di Sicurezza sanitaria). In sostanza “la regionalizzazione di quelli che dovrebbero essere gli ex Ospedali Psichiatrici Giudiziari (la cui attuazione era già prevista entro il 2010) prevede che ogni regione si faccia carico dei proprio detenuti, tramite la creazione di strutture apposite.” La maggioranza Mirandolesca vuole, furbescamente, far passare questo progetto come un’opportunità per Nogara. Erano un’opportunità anche gli impianti a biogas. Il Sindaco dovrebbe andare a parlare con i residenti dove sono insediati. La maggioranza ha voluto convincere la cittadinanza intervenuta numerosa, che se si acconsente alla Regione di dare atto a questo progetto, poi ci saranno le condizioni per una rivalutazione dell’ex Stellini. Cosa del tutto aleatoria e senza nessuna garanzia. L’unica cosa certa è che lo Stato, tramite la Regione Veneto, costruirà un edificio ex novo sui terreni circostanti l’attuale ex ospedale Stellini.
L’Assessore Poltronieri, assieme a Mirandola ed Olivieri avevano dato vita ad un Comitato per la salvaguardia del lascito Stellini. I soliti buoni proposti dell’Assessore Poltronieri, che non hanno mai né capo né coda. Che fine ha fatto il Comitato? Naturalmente Poltronieri non ci risponderà, del resto non l’ha mai fatto: perché dovrebbe cominciare ora?
Ieri sera è andata in scena l’ennesima farsa di una maggioranza che non rappresenta più nessuno se non se stessa. Una maggioranza che dall’inizio del mandato non ha fatto nulla di concreto per il paese e per i cittadini. Una maggioranza che non risolve nemmeno i problemi più elementari, forse perché non ne è capace o, peggio ancora, forse perché non gli interessa. Un Sindaco che in aula dice «sono stanco» non può che sentirsi dire dal sottoscritto «se sei stanco di fare il Sindaco dimettiti e vai a casa». Un Sindaco svogliato, strafottente, supponente che ti punta il dito contro e ti dice «io non ho rispetto per te». Il Sindaco si dimentica che non deve avere rispetto per me ma per l’elettorato che rappresento. Dovrebbe ricordarlo più spesso, ma lui ha altro a cui pensare, ha di meglio da fare, ha sempre una scusa pronta per non interessarsi dei veri problemi del paese.
Un Sindaco che si rispetti doveva concertare, con la minoranza e soprattutto con i cittadini (convocando un consiglio comunale aperto dove i cittadini hanno diritto di parola), un progetto così importante e delicato per Nogara. Il passaggio in Consiglio Comunale doveva avvenire come ultimo punto, ma questa maggioranza ha fatto tutto da sola incurante di tutti e di tutto.
Il Sindaco Mirandola in aula ha detto che vorrà essere ricordato per questa operazione. Noi siamo sicuri che sarà così, ne siamo certi #Mirandoladimettiti.

Share Button

Le opere inutili e i soldi che non ci sono

nogara-mare

L’autostrada Nogara-mare verrà realizzata con un Project-Financing del valore di 1960 milioni di euro. Soldi che dovranno mettere le generazioni future. Per capire come funziona questo meccanismo basta guardare il video di Ivan Cicconi, ingegnere ed esperto in appalti pubblici. Le Grandi Opere finiscono regolarmente a carico dello Stato, i cui costi sono occultati nei bilanci di società private. In sostanza ogni Grande Opera la pagano i cittadini attraverso le loro tasse per creare lavoro inutile in sé, ma utile ai partiti e alle lobby.
Si spenderanno 1,9 miliardi di euro per costruire un’autostrada che verrà pronta, bene che vada, fra vent’anni. In sostanza per le opere inutili i soldi si trovano sempre ma per le opere utili i soldi non ci sono mai. Vi siete mai chiesti a chi serve questa arteria? Un’autostrada che si sposterà verso Isola della Scala e partirà, secondo le ultime notizie, da Nogarole-Rocca anziché da Nogara, aumentando il tracciato di 22 chilometri e il costo di 500 milioni di euro.
I soldi per le cose che veramente servono non ci sono mai e si tagliano continuamente servizi. Nella nostra zona tutti gli ospedali per acuti sono praticamente chiusi. L’ospedale di Nogara non esiste più, l’ospedale di Bovolone non gode di buona salute, non parliamo della struttura di Zevio. Rimane solo l’ospedale di Legnago che attualmente serve un bacino pari a 300.000 persone. La sanità nella Bassa Veronese è stata sostanzialmente distrutta per i continui tagli, spesso senza capo né coda, che la politica ha ordinato e ordina in nome della “riorganizzazione” e della “razionalizzazione”.
Soldi per la sanità non ce ne sono mai, ma soldi da buttare nelle opere inutili come l’autostrada Nogara-mare ce ne sono sempre. Un’opera che devasterà il territorio e che non porterà nessun reale beneficio ai cittadini né all’economia della nostra zona.
Il tempo delle strade intese come sviluppo del territorio è finito. Solo i nostri politici, ormai antistorici, credono ancora che lo sviluppo passi per la distruzione del territorio. E’ doveroso ricordare che nessuna forza politica, da destra a sinistra passando per il centro, si è mai opposta alla realizzazione dell’opera.
Perché un cittadino non può scegliere quale opera sia opportuna per il proprio territorio? Perché non si chiede ai cittadini se spendere i soldi nell’autostrada o se investirli in strutture sanitarie? Questa politica ormai non rappresenta più il cittadino ma solo ed esclusivamente se stessa e gli interessi delle lobbie che la foraggiano continuamente. Una politica che decide sulle teste delle generazioni future, sacrificando risorse e territorio per opere di dubbia utilità.

Share Button
Pagine:12»

La pillola rossa

la-pillola-rossa

#fuoridalleuro

Raccolta firme per il referendum #fuoridalleuro

Meetup M5S Nogara

Meetup M5S Nogara

La denuncia

scudo-della-rete

Consiglio Comunale

banner_consiglio_comunale

Parlamento 5 Stelle

Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

Camera dei Deputati

Montecitorio 5 Stelle

Senato della Repubblica

senato5stelle

Il Movimento 5 stelle sostiene

LRZ_logo

banner-porta-la-sporta

Servizi per i cittadini

indennità-sindaco-assessori-small

Decoro Urbano - We DU!

La mappa delle centrali a biogas

Seguici su Twitter

Google Plus

Hangouts

Video

Produzioni Dal Basso

banner-una-montagna-di-balle

banner-genuino-clandestino

Amministrative 2016