Browsing articles tagged with " festa"

Applicate il regolamento!

rispetto-regole

gio-down

Anche quest’anno si ripete la pantomima della mancata pubblicazione dei documenti relativi alla Festa del riso co’ le noseCome l’anno scorso ci siamo visti costretti a mandare un esposto al Prefetto di Verona (questa la lettera) per il rispetto delle regole, oltretutto regole scritte a approvate dalla stessa maggioranza. Nello statuto del Comitato Manifestazioni Nogaresi, il MoVimento 5 Stelle, presentando un emendamento, ha modificato l’art. 13 come segue “tutti gli atti di cui all’art. 12 saranno pubblicati sul sito istituzionale del Comune di Nogara in formato PDF”. La maggioranza approva regolamenti che di fatto non rispetta.
Il non rispetto delle regole sembra essere pratica ormai nota all’Amministrazione Mirandola. Chi non ricorda il mirabolante evento del risotto sulla rotonda? Evento che la stessa A.N.A.S. ci ha detto essere non autorizzato. Viene logico pensare che il rispetto delle regole valga solo per gli altri e non per l’attuale amministrazione.
Aspettiamo, oltre alla risposta del Prefetto, la pubblicazione (come avvenuto l’anno scorso) del resoconto della Festa del riso co’ le nose che, ogni anno, è sempre più top-secret e ci si deve (per forza) fidare di quanto dichiarato dalla maggioranza in consiglio comunale. Nessun cittadino può consultare autonomamente, tramite il sito istituzionale, tutta la documentazione in merito. La trasparenza passa anche dal rispetto delle regole.

Share Button

Tutti contro uno

attacco-informatico

Parlare della Festa del Riso co’ le Nose è ormai tabù, non si può. Se ne parli sei costretto a parlarne bene, altrimenti sei subito additato come colui che è contro le manifestazioni a Nogara. Non solo io come consigliere ma anche normali cittadini che si permettono di dare consigli od esprimere pareri. Mi vedo costretto a scrivere questo post in quanto sono stato pesantemente attaccato da un componente del Comitato Manifestazioni Nogaresi, a questo link potete leggere il suo intervento. Ho dovuto rispondere punto su punto in quanto ritengo di essere stato attaccato ingiustamente e soprattutto gratuitamente, con affermazioni davvero lesive nei confronti della mia persona. A questo link potete leggere la mia replica.
Crediamo che il Comitato Manifestazioni debba spiegare a tutti i cittadini nogaresi l’articolo 14 dello statuto approvato dall’Amministrazione Comunale con delibera n° 33 del 12 giugno 2012, piuttosto che accanirsi sul portavoce del M5S. Questo il testo dell’art. 14:

Durante la vita del Comitato gli eventuali utili o avanzi di gestione, nonché fondi, riserve o capitale, al netto degli oneri di legge, non verranno distribuiti, neanche in modo indiretto. In caso di eventi imprevedibili e/o persistenti condizioni atmosferiche avverse, il Comune si fa parte attiva nel contribuire al raggiungimento degli equilibri economico/finanziari delle manifestazioni, nei limiti di quanto, di anno in anno, sarà ritenuto stanziabile dalla Giunta Comunale.

Invece di attaccare l’unico consigliere comunale che fa opposizione in questo paese, spiegate ai nogaresi l’articolo sopra citato. Spiegate cosa s’intende per eventi imprevedibili e/o persistenti condizioni atmosferiche avverse“. Spiegate cosa vuol dire “il Comune si fa parte attiva nel contribuire al raggiungimento degli equilibri economico/finanziari delle manifestazioni“, invece di continuare con le minacce di querela nei miei confronti, ultima l’anno scorso sul quotidiano L’Arena dal titolo «Comitato Festa pronto alla querela contro Moreschi».
Sono stanco di essere gandhiano, sono stanco di essere continuamente minacciato di querela solo perché svolgo il mio dovere di consigliere d’opposizione. L’unica opposizione in questo paese è il MoVimento 5 stelle. Io non accetto inviti propagandistici né per partecipare ad inaugurazioni, né per offrirmi come volontario ad una festa in cui so di non essere il benvenuto. Sono stanco di essere preso per il culo, sono stanco ma di quella stanchezza che matura un’incazzatura formidabile.

Share Button

A chi e a cosa serve un bilancio?

Salvadanaio

Credo che la caratteristica fondamentale di un bilancio sia quella della comunicazione. Un bilancio oltre che essere composto dalle due parti entrate ed uscite adeguatamente documentate da tutte le pezze giustificative al fine di assicurare la necessaria analiticità è necessario che comunichi ai vari soggetti interessati tutte le informazioni di cui abbisognano. Vediamo se è possibile chiarire.
Un bilancio, un qualsiasi bilancio, in particolar modo un bilancio tipo quello degli “altri”, può essere utilmente esaminato da una varia platea di lettori. I primi interessati sono le varie collettività, queste vogliono capire prima di tutto se una manifestazione, una qualsiasi manifestazione, ha dato lustro alla comunità stessa, cercando di evidenziare quali siano i punti di forza e di debolezza in modo da intuire se implementare o ridurre la manifestazione nei tempi a venire. E’ sicuramente letto dai vari partecipanti e soprattutto da chi non ha ancora deciso se partecipare in futuro, a questi servono informazioni dettagliate sul volume e qualità dei prodotti/servizi da erogare e sull’afflusso di pubblico nonché su tutti i costi diretti ed indiretti. Per loro e per chi ha già partecipato (espositori e standisti) è fondamentale estrarre dal bilancio il dettaglio di tutti i costi e degli introiti al fine di calcolare il loro individuale punto di equilibrio economico.
Ancora, un bilancio può essere letto dalle Forze dell’Ordine e da quelle del Pubblico Soccorso in modo da trarre informazioni circa le forze umane e le attrezzature da mettere eventualmente in campo nonchè la loro organizzazione in modo che sappiano adeguatamente rispondere in casi di emergenza. Ancora, un bilancio può essere letto dai politici ai vari livelli, Provincia, Regione al fine di capire se può essere interessante coordinare e congiungere vari manifestazioni in modo da favorire con adeguate politiche pubbliche lo sviluppo del turismo e dell’aggregazione sociale. Per ultimo in ordine e non certo per importanza un bilancio, un qualsiasi bilancio, è letto dal Fisco che come sappiamo è interessatissimo a conoscere come sono andate le cose.
Per i pochi ed incerti cenni di cui sopra credo sia evidente che il contenuto di comunicazione di un bilancio, un qualsiasi bilancio, non sia necessario ma sia indispensabile. Più alta è la concentrazione di comunicazione contenuta in un bilancio più questo è utile ai vari lettori interessati. Chi redige un bilancio, un qualsiasi bilancio, si qualifica da solo, i lettori attenti non possono far altro che giudicare l’estensore del bilancio stesso dal suo grado di comunicazione.

Share Button

Cittadini 1 – Amministrazione 0

Schermata del 2013-01-05 11:15:18

Ieri, 4 gennaio 2013, come per magia è apparso sul sito del Comune di Nogara il bilancio della Festa del riso co’ le nose dell’edizione 2012. Non è esattamente la risposta alla nostra richiesta di documentazione ma sicuramente è una prima vittoria dei cittadini e del MoVimento 5 stelle Nogara. Noi infatti avevamo chiesto di avere accesso a documenti ben specifici per poter capire nel dettaglio le varie voci di bilancio.
Dopo le nostre varie e vane richieste all’amministrazione Mirandola di fornirci i documenti richiesti e di mettere in rete il bilancio, abbiamo deciso di scrivere al Prefetto di Verona. Ci siamo visti costretti a farlo considerata la risposta dell’assessore Polo e la continua strafottenza dell’amministrazione. Forse qualche effetto la nostra missiva l’ha ottenuto visto che per la prima volta nella storia di Nogara il bilancio della festa del riso co’ le nose è scaricabile dal sito del Comune. I soliti pappagalli, ben ammaestrati dall’amministrazione, hanno diffuso la notizia della disponibilità del bilancio presso il Comune. Dovranno fare pur qualcosa per rendersi “utili”.
Analizzando il bilancio disponibile ci rendiamo conto che consiste in una semplice pagina A4 dove alcune voci, significative, non vengono spiegate nel dettaglio. Allegati al bilancio mancano i documenti da noi richiesti, ovvero tutti i dettagli di ogni voce, le fatture, gli scontrini e tutta la documentazione che serve per appurare la veridicità di ogni singola voce.
Facciamo qualche esempio esplicativo. Nelle uscite si legge la voce “noleggio materiali per festa € 44.165”. Di quali materiali si sta parlando? Forse della tensostruttura? Forse delle panchine e dei tavoli? Con questa dicitura così generica non si capisce per cosa sono stati spesi questi 44.165 €. Stessa cosa per la voce “materiale di consumo e acquisti vari € 15.214,26”. Di quale materiale stiamo parlando? Quali sono questi acquisti vari? Idem per l’ultima voce del bilancio la quale recita “altri oneri di gestione € 4.470,12”. Cosa si intende per altri non è dato saperlo.
Un bilancio che deve essere sicuramente spiegato in sede di Consiglio Comunale dall’assessore competente, per delucidare al meglio quelle voci che generano dubbi in quanto redatte in modo grossolano. Va da se che, a questo punto, l’assessore Polo o il Presidente del Comitato Manifestazioni Nogaresi (che sono la stessa persona) dovrebbero fornirci il resto della documentazione, ovvero quello che abbiamo chiesto già da parecchio tempo. Penseremo noi a renderlo disponibile in rete.
Grazie al MoVimento 5 stelle i cittadini nogaresi, per la prima volta, possono visionare il bilancio della festa più importante di Nogara direttamente sul proprio computer. Una vittoria importante e significativa che ha aperto la strada per altre nuove battaglie di trasparenza.

Share Button

Il libero arbitrio dell’assessore Polo

red_pill_blue_pill

Alcuni amministratori si sentono onnipotenti e pensano di poter fare tutto quello che gli pare dimenticando, a volte di proposito, che devono sempre rendere conto ai cittadini. Il loro operato deve essere trasparente e controllabile da tutti, anche e soprattutto da quelli che non li hanno votati. E’ il caso dell’assessore Polo che ha risposto alla nostra richiesta di documentazione in qualità di Presidente del Comitato Manifestazioni Nogaresi e non in qualità di assessore.
L’assessore ha risposto con arroganza e supponenza scrivendo chiaramente che “il Comitato Manifestazioni Nogaresi non ritiene di dover adempiere a quanto da Lei richiesto.” Questo non è affatto vero e l’assessore Polo mente sapendo di mentire. L’articolo 43 comma 2 del Testo Unico degli Enti Locali (TUEL) recita quanto segue:

I consiglieri comunali e provinciali hanno diritto di ottenere dagli uffici, rispettivamente, del comune e della provincia, nonché dalle loro aziende ed enti dipendenti, tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all’espletamento del proprio mandato. Essi sono tenuti al segreto nei casi specificamente determinati dalla legge.

La richiesta di documentazione da me fatta è legittima e rientra nelle mie facoltà. L’assessore Polo non può arbitrariamente decidere se devo o non devo avere la documentazione. L’assessore Polo non può decidere di adempiere o meno a una richiesta di qualsiasi consigliere comunale che necessita di documentazione per espletare il proprio mandato. L’intera risposta rasenta il ridicolo, per non dire il patetico. L’assessore infatti conclude la lettera scrivendo:

Ricordiamo che al momento della nomina dei rappresentanti del consiglio comunale all’interno del Comitato, la Signoria Vostra, assieme alle altre minoranze, si è rifiuta di nominare un proprio rappresentante.

La nomina dei rappresentanti, citata dall’assessore, con la richiesta di documentazione non c’entra assolutamente nulla e le due cose non sono assolutamente attinenti. Nel consiglio comunale, dove la maggioranza ha approvato l’istituzione del Comitato Manifestazioni Nogaresi, il MoVimento 5 stelle ha spiegato chiaramente la propria posizione al riguardo del Comitato che reputa superfluo e senza nessuna apparente utilità per il paese e per la collettività. Non vogliamo far parte di strutture inutili che non portano nessun vantaggio reale al paese e ai cittadini. Lo sappiamo benissimo che il Comitato Manifestazioni Nogaresi è la realizzazione di un sogno dell’assessore Polo, il quale da tempo sognava un organo simile, una sorta di Ente Fiera de noantri, ci spiace ma per noi non è così.
L’assessore Polo ha scelto deliberatamente di non adempiere ai suoi doveri e non fornire la documentazione richiesta dal MoVimento 5 stelle. C’è forse qualcosa da nascondere? C’è forse qualcosa che il MoVimento 5 stelle e i cittadini di Nogara non devono sapere? C’è forse qualcosa che non deve essere portato alla luce del sole, riguardo l’ultima edizione della Festa del riso co’ le nose? Tutte queste domande sorgono spontanee visto che la trasparenza dell’assessore, assieme a quella della maggioranza, lascia molto a desiderare.

P.S. Se non sei parte della soluzione, allora sei parte del problema.

Share Button

Festa del riso co’ le nose 2012: top secret!

TopSecret

La trasparenza da parte dell’amministrazione Mirandola non esiste e, oggi, ne abbiamo avuto l’ennesima prova. Quasi un mese fa avevamo protocollato una richiesta di documentazione relativa alla Festa del Riso co’ le Nose edizione 2012. Questa mattina ci è arrivata la risposta che, con nostro stupore, ci ha lasciati veramente basiti.

Si precisa che il Comitato Manifestazioni Nogaresi per la gestione 2012 non ha percepito alcun contributo economico da parte del Comune di Nogara. In riferimento alla richiesta protocollata il 21/11/2012 il Comitato Manifestazioni Nogaresi non ritiene di dover adempiere a quanto da Lei richiesto.

Secondo quanto prevede lo Statuto del Comitato, sarà nostro dovere e premura presentare al Comune di Nogara copia del bilancio della manifestazione nei termini previsti dallo stesso Statuto. Ricordiamo che al momento della nomina dei rappresentanti del consiglio comunale all’interno del Comitato, la Signoria Vostra, assieme alle altre minoranze, si è rifiuta di nominare un proprio rappresentante.

Cordiali saluti, il Presidente Antonio Polo

Per dovere di cronaca Antonio Polo non è solo il Presidente del Comitato Manifestazioni Nogaresi ma è anche socio della Pro Loco di Nogara nonché Assessore all’associazionismo, Coordinamento delle Manifestazioni e Rapporti con la Pro Loco dell’amministrazione Mirandola, un assessorato inventato ad hoc per l’occasione. A Nogara non abbiamo l’assessorato all’ambiente ma abbiamo l’assessore alle manifestazioni, è proprio il caso di dire: panem et circenses.
Nella nostra istanza non abbiamo mai fatto accenno alla richiesta di informazioni di un eventuale contributo da parte del Comune di Nogara al Comitato. E’ un’informazione che non abbiamo richiesto e non capiamo perché ci venga fornita. Al contrario avevamo chiesto tutta una serie di documenti che, come scritto nella risposta del Presidente Polo, non ci vengono forniti in quanto “il Comitato Manifestazioni Nogaresi non ritiene di dover adempiere a quanto da Lei richiesto“.
La mia richiesta è legittima ed è nel pieno delle mie competenze e facoltà di consigliere comunale. Prendo atto che l’assessore Polo non vuole adempiere ai suoi doveri e, nello specifico, non vuole fornire ad un consigliere di minoranza tutta la documentazione richiesta, riguardante un Comitato pubblico che ha organizzato una festa pubblica.
Non avevamo alcun dubbio sulla risposta dell’assessore Polo e questo non può che farci sorgere ulteriori dubbi sull’andamento della festa, nonché nel modus operandi del Comitato Manifestazioni Nogaresi. Ci dispiace davvero perché l’amministrazione Mirandola ha perso l’ennesima occasione per mettere in pratica ciò che professa. La trasparenza non è assolutamente prerogativa dell’amministrazione Mirandola.
Ci sono state persone che mi sono venute a dire di persona, e altre che hanno scritto su questo blog, che dovrei fidarmi di quello che ci racconta l’amministrazione. Dopo questa risposta perché mai dovrei farlo?

P.S. Questa mattina il Firma Day è andato benissimo, grazie a tutti quelli che hanno firmato. Domenica prossima, in piazza Umberto I, vi aspettiamo per un altro Firma Day dalle 9:00 alle 12:30. Quello di cui abbiamo bisogno è una firma, non un voto.

Share Button

Trasparenza va cercando, ch’è sì cara

Abbiamo avuto pazienza e abbiamo atteso per un mese ma, ahimé, come volevasi dimostrare non abbiamo trovato in rete nessun resoconto o nessun bilancio riguardante la festa del riso co’ le nose edizione 2012. Non abbiamo trovato nulla sul sito istituzionale del Comune di Nogara, nulla sul sito ufficiale di Assoimprese. Anche nel sito della ProLoco di Nogara non esiste nessun documento ufficiale che illustri un resoconto della festa. Esiste solo un “editoriale” del Presidente, il quale espone un elenco degli eventi che si sono svolti durante l’edizione del 2012.
Ci siamo visti costretti a presentare richiesta scritta (questo il testo) in quanto, pur avendo ricevuto “rassicurazioni” dall’assessore all’associazionismo, coordinamento delle manifestazioni e rapporti con la ProLoco ad oggi non siamo riusciti a trovare nessun documento in merito. E’ doveroso anche ricordare le parole espresse dall’assessore Polo, espresse durante il consiglio comunale del 31 ottobre 2012 (questo il video):

Devo dare una comunicazione per quanto riguarda la festa (Festa del Riso co’ le nose ndr). Ad oggi sicuramente non abbiamo il dato definitivo della festa, credo però che si possa già dire che la festa anche quest’anno sarà in positivo, sotto questo punto di vista. Assolutamente… [incomprensibile] i tecnici…per quanto riguarda le verifiche di tutte le varie fatture e robe varie, così in maniera da poter dare un dato, un dato penso nel giro di una quindicina di giorni.

Queste parole sono state proferite sventolando la stampa del nostro post dal titolo “AAA cercasi trasparenza“. Siamo stati attaccati sia dentro che fuori il consiglio comunale. Siamo stati tacciati di malafede. Tutto questo per aver chiesto trasparenza! L’assessore nell’intervento rassicura che “nel giro di una quindicina di giorni” avrebbe fornito “un dato”. Dalla fine della manifestazione di giorni ne sono passati trenta (30) e dal citato consiglio comunale ne sono passati venticinque (25) ma ad oggi in rete non si trova nessun documento che rendiconti l’andamento della festa. I brutti e cattivi siamo sempre noi che chiediamo trasparenza e chiarezza, nonché rispetto per i cittadini Nogaresi.
Non crediamo sia difficile redigere un rendiconto dettagliato di tutte le entrate e le uscite della manifestazione. Aspettiamo fiduciosi tutta la documentazione richiesta. Stay tuned!

Share Button

Chiedere non è più lecito

Chiedere non è più lecito e se chiedi può darsi che ti querelo. Il modus operandi ormai sembra essere questo e le nostre domande riguardanti la trasparenza hanno generato una reazione che, davvero, mai ci saremmo aspettati. L’assessore Polo nell’ultimo consiglio comunale ha commentato il nostro post dal titolo AAA cercasi trasparenza, con una comunicazione a fine consiglio comunale.

Devo dare una comunicazione per quanto riguarda la festa (Festa del Riso co’ le nose ndr). Ad oggi sicuramente non abbiamo il dato definitivo della festa, credo però che si possa già dire che la festa anche quest’anno sarà in positivo, sotto questo punto di vista. Assolutamente… [incomprensibile] i tecnici…per quanto riguarda le verifiche di tutte le varie fatture e robe varie, così in maniera da poter dare un dato, un dato penso nel giro di una quindicina di giorni.

Mi sento doverosamente di ringraziare tutti quelli che hanno collaborato, dissento su alcune cose che sono state mandate via Feisbuc per quanto riguarda il discorso AA cercasi trasparenza, perché ritengo che tutte le persone che hanno operato all’interno della festa, intanto tutti volontari, tutti volontari che hanno dato…mi sento comunque, come dicevo prima, di ringraziare tutti i volontari che hanno dato la loro disponibilità per realizzare una festa che, credo, in maniera dignitosa abbia dato un attimo di lustro al nostro paese.

Dicevo prima che sicuramente sarà in positivo, credo che anche da questo punto di vista i cittadini di Nogara, come qualcuno dicevo un attimo fa ha messo su feisbuc, non avranno da sborsare nessun euro. Grazie comunque a tutti quelli che hanno collaborato.

Qualsiasi persona in grado di leggere potrà verificare che quanto scritto nel post citato dall’assessore Polo non riguarda assolutamente chi ha fatto la festa, e come l’ha fatta. Ci siamo limitati a chiedere solo ed esclusivamente trasparenza senza se e senza ma. Nel post non si mette in discussione il lavoro svolto dalle associazioni e dai volontari e la trasparenza l’avremmo chiesta a qualsiasi amministrazione ci fosse alla guida del paese. L’amministrazione cerca di far passare un concetto che non corrisponde assolutamente al vero. La trasparenza è una componente fondamentale della buona amministrazione: o ce l’hai o non ce l’hai, non esistono vie di mezzo.

P.S. Il MoVimento 5 stelle usa blog e social network per fare attività politica, nonché i mezzi tradizionali quali volantini e manifesti. Questo, a quanto pare, dà molto fastidio ma francamente non sappiamo come fare per ovviare al fastidio. Possiamo, nell’eventualità specifica, consigliare di frequentare qualche corso accelerato per l’utilizzo di blog e social network.

Share Button
Pagine:12»

La pillola rossa

la-pillola-rossa

#fuoridalleuro

Raccolta firme per il referendum #fuoridalleuro

Meetup M5S Nogara

Meetup M5S Nogara

La denuncia

scudo-della-rete

Consiglio Comunale

banner_consiglio_comunale

Parlamento 5 Stelle

Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

Camera dei Deputati

Montecitorio 5 Stelle

Senato della Repubblica

senato5stelle

Il Movimento 5 stelle sostiene

LRZ_logo

banner-porta-la-sporta

Servizi per i cittadini

indennità-sindaco-assessori-small

Decoro Urbano - We DU!

La mappa delle centrali a biogas

Seguici su Twitter

Google Plus

Hangouts

Video

Produzioni Dal Basso

banner-una-montagna-di-balle

banner-genuino-clandestino

Amministrative 2016