Browsing articles tagged with " differenziata"

L’ora della Tariffa Puntale

rifiuti-zero

Quando diminuiscono i conferimenti di rifiuti in discarica, in linea di massima, dovrebbero diminuire anche le tariffe delle bollette. Così non sembra essere. Un un articolo apparso ieri sul quotidiano L’Arena si legge:

Il bilancio 2012 dell’azienda che gestisce l’impianto della frazione si è chiuso con un utile di 60mila euro, di poco superiore ai 58mila registrati nel 2011 ma più del doppio dei 25mila euro segnati nel 2010. Il risultato positivo è stato centrato malgrado la quantità dei rifiuti, provenienti sia dai Comuni veronesi che da Amia e privati, sia scesa da 80mila a 78mila tonnellate: un obiettivo lontano quindi dalle 96.200 previste nel piano finanziario annuale della società. I ricavi dalla tariffa pagata per il servizio sono invece saliti da 8,9 a 9,2 milioni di euro. (leggi articolo)

Il Presidente di Lese dichiara «Il calo di conferimenti dovuto in parte alla crisi economica che ha contratto i consumi conferma ancora una volta come il piano industriale, approvato nel 2008 e tarato sul raggiungimento di 120mila tonnellate all’anno, sia ormai anacronistico». Leggendo queste parole viene da domandarsi: a nessuno sfiora l’idea che i cittadini siano diventati bravi nel differenziare i rifiuti oltre che consapevoli negli acquisti quotidiani? La crisi in qualche modo c’entra, ma non c’è dubbio che i cittadini sono diventati più responsabili e più attenti. E’ ormai ora di passare alla tariffa puntuale, senza se e senza ma.
Un esempio di applicazione di questa tariffa è a Capannori, dove l’ex assessore Alessio Ciacci – personaggio ambiente 2012 – ha dato il via alla strategia Rifiuti Zero. Dal 2012 il Comune di Capannori applica la tariffa puntuale sui rifiuti e assegna sacchetti dotati di trasponder alle utenze private, superando il 90% di raccolta differenziata.
Chi produce meno rifiuto, in quanto adotta uno stile di vita consapevole nel pieno rispetto dell’ambiente in cui vive, deve essere premiato e non vessato. Devono essere introdotti sconti in bolletta per chi gestisce in proprio, tramite compostiera, l’umido e il verde. I Comuni si devono impegnare attivamente per incentivare l’introduzione, nelle catene dei supermercati e nei negozi, prodotti sfusi o con imballaggi ecocompatibili e compostabili.
Il futuro è a Rifiuti Zero, senza inceneritori né discariche, dove differenziare è “figo” e va di moda e dove  i cittadini vengono premiati in quanto virtuosi. Il MoVimento 5 stelle crede in questo futuro.

Share Button

Raccolta differenziata: Nogara ultima della classe

discarica_rifiuti

La raccolta differenziata è importante per molti aspetti. E’ importante per l’ambiente, per il territorio, per la salute e per il portafoglio dei cittadini. Secondo ESA-com, ex Eco-Cisi, nel 2012 il Comune di Nogara ha raggiunto il 67,26% di raccolta differenziata. Questa percentuale, detta così, sembra considerevole ma in realtà risulta essere la più bassa. Il nostro Comune è ultimo tra i 19 Comuni serviti da ESA-com (grafico ESA-com).
Lo abbiamo detto mille volte e non ci stancheremo mai di ripeterlo: in un momento storico come questo è impensabile non avere l’assessore all’Ambiente.
Nell’amministrazione attuale abbiamo quattro assessori. Flavio Pasini vicesindaco e assessore all’urbanistica, edilizia e gare d’appalto, Sabrina Brunelli assessore ai servizi sociali, assistenza ed istruzione, Marco Poltronieri assessore allo sport, cultura e patrimonio e Antonio Polo assessore all’associazionismo, coordinamento delle manifestazioni e rapporti con la Pro Loco. Quest’ultimo assessorato crediamo esista solo nel nostro Comune in quanto in altre realtà locali non sembra essercene traccia. L’amministrazione Mirandola non ha previsto l’istituzione dell’assessorato all’ambiente e i risultati pubblicati da ESA-com confermano quanto andiamo dicendo da molto tempo.
Nel semestrale informativo Pagine Verdi, consegnato casa per casa ai cittadini serviti da ESA-com, nella pagina dedicata all’Amministrazione Comunale di Nogara si legge “Assieme ad ESA-com l’Amministrazione lavora per l’incremento della raccolta differenziata dei rifiuti organizzando incontri periodici con la comunità e le varie etnie”. Evidentemente questo non basta e la nostra mozione che prevede l’installazione dei cestini per la raccolta differenziata nei luoghi pubblici, approvata all’unanimità dal Consiglio Comunale, è ancora lettera morta. A più di sei mesi dall’approvazione nulla si sta muovendo in tal senso.
Come spesso accade, l’Amministrazione approva le mozioni solo per fare bella figura o per l’articolo sulla stampa locale, fregiandosi così di azioni che poi non mette in pratica. La raccolta differenziata è una cosa seria, se ci si crede veramente si portano a casa i risultati.

Share Button

Grazie al M5S si avrà la raccolta differenziata nei luoghi pubblici

Mercoledì 31 ottobre si è svolto il consiglio comunale di Nogara (questo il link al video). Un seduta del consiglio per certi versi paradossale dove si è vista tutta l’arroganza e la maleducazione del Sindaco Mirandola sempre pronto a sfottere e denigrare il MoVimento 5 stelle e nello specifico la mia persona. Il Sindaco forse dimentica che il sottoscritto è stato regolarmente eletto con il 13,81% dei voti e se il Sindaco non vuole avere rispetto per la mia persona credo lo debba avere per i 634 cittadini che hanno votato la lista del MoVimento.
Nella seduta abbiamo presentato tre mozioni. La prima mozione chiedeva l’installazione di un depuratore per rendere l’acqua potabile nelle scuole elementari e medie. La seconda mozione chiedeva di dare un contributo alle famiglie nogaresi per l’acquisto di un sistema filtrante per rendere potabile l’acqua di casa. La terza chiedeva l’installazione di cestini per la raccolta differenziata nei luoghi pubblici. Le prime due sono state bocciate e l’ultima è stata accolta all’unanimità. Durante l’esposizione dell’ultima mozione il Sindaco mi ha interrotto dicendo «siamo d’accordo è accoglibile, è inutile discutere sul niente». Le proposte sensate probabilmente vengono solo dal Sindaco e dalla sua maggioranza che non parla mai, se non dopo aver chiesto permesso al Sindaco stesso.
Il Sindaco ce l’ha con me e di questo ne sono sicuro. Mercoledì infatti me lo ha espressamente detto, puntandomi addirittura l’indice, durante la seduta del consiglio comunale. Mi odia forse perché chiedo trasparenza sulle manifestazioni che si svolgono in paese? Mi odia forse perché presento mozioni e proposte di delibera? Mi odia forse perché il mio gruppo ed io abbiamo rifiutato di entrare in qualsiasi commissione o comitato? Mi odia forse perché ormai rifiuto ogni sorta di collaborazione con l’attuale maggioranza? Ho speso abbastanza tempo, voce e fegato per spiegare cose nuove a gente vecchia (politicamente parlando) gente a cui non interessa fare nulla di veramente innovativo in questo paese ormai dimenticato da Dio.
La nostra mozione è stata votata all’unanimità ed è questo che conta per il bene dei cittadini e del paese. La mozione prevede l’installazione di cestini per la raccolta differenziata nei luoghi pubblici, quali municipio, scuole, biblioteca, teatro, parchi pubblici, nonché in tutti i luoghi ritenuti di interesse pubblico. Noi portiamo proposte che portano beneficio a tutti i cittadini nogaresi e che sono rivolte al vero benessere e sviluppo del paese.

P.S. I ragazzi del MoVimento 5 stelle controlleranno che la mozione abbia corso reale e vengano effettivamente installati gli appositi cestini nei luoghi pubblici. Segnaliamo l’applicazione Dizionario dei Rifiuti per smartphone con sistema Android. L’applicazione aiuta la corretta separazione dei rifiuti.

Share Button

Le municipalizzate che funzionano

«Le municipalizzate devono riciclare i rifiuti e non i politici trombati». Con queste parole ha esordito Ezio Orzes, assessore all’ambiente di Ponte nelle Alpi, all’incontro organizzato dal MoVimento 5 stelle di Bovolone per “salvare” Bovolone Attiva, municipalizzata che si occupa della raccolta e gestione dei rifiuti. Municipalizzata che funziona bene con una percentuale di raccolta differenziata che si attesta intorno all’80% con costi in linea con il mercato e che crea lavoro. Una società pubblica che dovrebbe essere il fiore all’occhiello dell’amministrazione di Bovolone, ma che invece, proprio l’amministrazione, vuole vendere ad ESA-com. Si vende ciò che funziona e che produce reddito e benessere.
Orzes ha illustrato molto bene come funzionano le municipalizzate e nello specifico quella di Ponte nelle Alpi, la Ponte Servizi. Società a totale controllo pubblico che lui stesso ha contribuito a fondare facendo scelte coraggiose per il bene della comunità, scelte che, spesso e volentieri, i nostri amministratori non prendono per mero opportunismo. A molti Sindaci ed amministrazioni interessa poco o nulla la questione dei rifiuti, che invece dovrebbe essere al centro dell’agenda di un amministrazione in quanto crea lavoro vero, oltre che preservare la salute e l’ambiente. A questi amministratori interessa che la spazzatura venga raccolta e non venga lasciata davanti a casa dei cittadini, il resto poi è relativo e interessa poco se non nulla. L’importante è che non si crei una situazione “Campania”.
Ieri sera Ezio Orzes ha illustrato come si può creare lavoro con i rifiuti, oltre che rispettare l’ambiente e la salute nostra e dei nostri figli. Le municipalizzate che funzionane esistono, a patto che vengano gestite in maniera trasparente, pulita e alla luce del sole e non vengano create per essere solo ed esclusivamente bacino di voti o parcheggio per politici trombati. Le municipalizzate virtuose esistono e sono una realtà in molti Comuni d’Italia. Ponte nelle Alpi è l’esempio da seguire e replicare.

P.S. Riciclare i pannolini ora e possibile. Questo il video del progetto messo a punto dal Comune di Ponte nelle Alpi in collaborazione con il Centro Riciclo di Vedelago e la Fater

Share Button

La vera raccolta differenziata

La raccolta differenziata dovrebbe funzionare al contrario di come funziona ora, ovvero i cittadini dovrebbero essere pagati per il lavoro di differenziazione che svolgono. In altri Comuni, come ad esempio a Vedelago (TV) o a Capannori (LU), la raccolta differenziata funziona davvero. A Capannori, grazie all’impegno dell’assessore all’ambiente Alessio Ciacci, la raccolta differenziata è salita al 90%.

Ha raggiunto quota 90% la differenziata nelle 8 frazioni in cui si sta sperimentando la Tia puntuale, che premia i cittadini più virtuosi che conferiscono meno rifiuti non riciclabili nella raccolta “porta a porta”. Dopo due mesi dall’introduzione di questo sistema, dunque, la percentuale di differenziata è salita di otto punti, partendo dall’82% certificato dalla Regione Toscana per il 2011. A febbraio, inoltre, la quantità di rifiuti indifferenziati si è pressoché dimezzata, scendendo da una media di 20 tonnellate mensili a 11,2 tonnellate. A queste si aggiungono 7,9 tonnellate di carta, 30,5 tonnellate di organico, 12,4 di plastica, tetrapak e metalli e 7,6 di vetro. Sono questi i risultati più significativi che emergono dall’analisi dei dati elaborati dal Comune di Capannori e da Ascit.

La Tia puntuale esiste solo in quei Comuni che vogliono veramente fare la raccolta differenziata. In estrema sintesi con la tariffa puntuale il cittadino paga solo la percentuale di secco non riciclabile che produce. In questo modo il cittadino diventa più virtuoso, differenziando ancora di più e più attentamente, creando meno rifiuto secco perché è quello che in sostanza paga. Meno secco non riciclabile produco, meno pago in bolletta. E’ semplice. I materiali come la plastica, il vetro, l’alluminio e la carta non vengono pagati in bolletta dal cittadino, perché il gestore della raccolta differenziata li rivende, traendone profitto.

La tia “puntuale” è stata applicata dal gennaio 2012 a 1678 famiglie e 350 utenze non domestiche. Ha un funzionamento semplice, che permette ai cittadini che producono meno rifiuti non differenziabili di avere una bolletta più leggera. In pratica viene applicato un sistema di calcolo della bolletta più preciso e più equo, basato sul numero di ritiri dei sacchi di colore grigio. Ogni famiglia viene incentivata a selezionare i materiali riciclabili in modo da ridurre al minimo la quantità dei rifiuti residui da smaltire. In sintesi, più si riducono i conferimenti dei rifiuti indifferenziati, più viene ridotta la tariffa d’igiene ambientale. Alessio Ciacci

In tutti i Comuni Virtuosi, dove le amministrazioni si sono impegnate veramente nella raccolta differenziata, le tariffe sono diminuite e le percentuali sono aumentate. L’esatto contrario di quello che succede qui da noi ed in altri Comuni della Bassa Veronese. Il sistema è semplice e, cosa non da poco, funziona. La ricerca e l’innovazione sono le carte vincenti per uscire dalla crisi e creare nuovi posti di lavoro, per questo il Centro Riciclo di Vedelago è il primo centro a riciclare al 100% i pannolini usa e getta. Solo con idee innovative e vincenti si creano nuove opportunità di vero sviluppo che creano veri posti di lavoro.
A Nogara solo il MoVimento 5 stelle parla del problema rifiuti. Solo il MoVimento 5 stelle ha inserito un punto specifico nel programma elettorale comunale.

Introduzione della strategia Rifiuti Zero, attraverso varie iniziative: riduzione imballaggi, eliminazione sacchetti di plastica, raccolta differenziata spinta “porta a porta”, compostaggio domestico, incentivi per l’acquisto di pannolini lavabili. Progetto nelle scuole per educare al Riuso, alla Riduzione e al Riciclo dei materiali post consumo. Introduzione della Tariffa puntuale: meno rifiuto, meno pago, meno inquino. Qui l’intero punto.

Alla nostra proposta del Regolamento per le Eco-Feste, che prevede l’uso di stoviglie lavabili o biodegradabili alle feste paesane, l’amministrazione Mirandola ha risposto picche. Ad oggi la nostra raccolta differenziata si aggira intorno al 65% e la tariffa non accenna a diminuire. Questi sono fatti, il resto sono chiacchiere.

P.S. “Non può la stessa azienda che ha l’inceneritore o la discarica venire a prendervi la spazzatura a casa: è una presa per il culo”. Beppe Grillo

Share Button

La pillola rossa

la-pillola-rossa

#fuoridalleuro

Raccolta firme per il referendum #fuoridalleuro

Meetup M5S Nogara

Meetup M5S Nogara

La denuncia

scudo-della-rete

Consiglio Comunale

banner_consiglio_comunale

Parlamento 5 Stelle

Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

Camera dei Deputati

Montecitorio 5 Stelle

Senato della Repubblica

senato5stelle

Il Movimento 5 stelle sostiene

LRZ_logo

banner-porta-la-sporta

Servizi per i cittadini

indennità-sindaco-assessori-small

Decoro Urbano - We DU!

La mappa delle centrali a biogas

Seguici su Twitter

Google Plus

Hangouts

Video

Produzioni Dal Basso

banner-una-montagna-di-balle

banner-genuino-clandestino

Amministrative 2016