Browsing articles in "Nogara"

Report del Consiglio Comunale del 23 marzo 2016

Schermata del 2016-03-24 08:41:18

Ieri sera in consiglio comunale il Sindaco si è di nuovo dimostrato essere una persona che non discute nel merito del problema ma attacca sbeffeggiando l’avversario politico. Nel mio intervento a riguardo del problema del ‪‎traffico‬ a  Nogara‬ mi sono permesso di ricordare alcune questioni che reputo importanti.

Punto 2: studi di fattibilità e progetti preliminari per il miglioramento della viabilità.
Per esempio, ho ricordato di come l’assessore Poltronieri‬ denigrava la realizzazione della rotonda in centro paese, facendo volantinaggio in via XXV aprile all’altezza nel passaggio a livello, denunciando (giustamente) il problema del traffico. Peccato che in cinque anni, né lui né la giunta di cui fa parte abbia mai affrontato il problema. Nel punto in oggetto hanno proposto addirittura tre rotonde! Si cambia idea in fretta soprattutto quando l’idea non è propria.
Ho ricordato che solo ora, a ridosso del voto, l’attuale giunta se ne esce con il problema del traffico. Un problema cronico per il nostro paese che non può essere risolto né con tre rotonde né tanto meno con la Nogara-Mare‬. Autostrada che non farà nient’altro che aumentare il traffico in centro. Un’opera che, allo stato attuale, farà probabilmente la stessa fine dell’autostrada Bre.Be.Mi. in Lombardia.
In chiusura del punto, ho proposto a Sindaco e Vicesindaco di farsi parte attiva per chiedere alla Regione Veneto‬ di adoperare i soldi destinati alla realizzazione della Nogara-Mare, per la costruzione di circonvallazioni che tolgano il traffico, soprattutto pesante, dai centri abitati.
Il Sindaco mi ha preso in giro apostrofandomi come colui che ha proposto l’installazione delle “casette per i pipistrelli”. Poco male, ancora una volta si qualifica per quello che è.

Punto 6: comunicazioni fognature e acquedotto.
Il Vicesindaco ha ricordato gli investimenti che, nel prossimo futuro, Acque Veronesi farà in paese, sia per il sistema fognario che per l’acquedotto. A tal proposito mi sono permesso di ricordare, a tutti i consiglieri presenti, che nel lontano 1975 molti nogaresi pagarono l’allacciamento all’acquedotto comunale. Ho chiesto espressamente che qualunque parte politica vinca le prossime elezioni, a fronte delle pezze giustificative, non chieda nessun costo di allacciamento a chi ha già versato quanto dovuto.

P.S. La Giunta ha speso la bellezza di 19.990 euro per l’impianto di video ripresa nella sala consiliare. Questo per permettere alla gente a casa di assistere alle sedute del consiglio comunale. Anche ieri sera il servizio non era funzionante. Soldi spesi solo per riempirsi la bocca con la parola trasparenza.

Share Button

Lo smemorato di Nogara

lo_smemorato_di_collegno

Il Sindaco, e non solo lui, sosteneva che il ‪Veneto non fosse commissariato per i ritardi nella realizzazione della Rems‬. Anche martedì 2 febbraio, in occasione della visita alla struttura di Nogara‬, durante una riunione gli ho ricordato che non è così e che il Veneto, assieme ad altre regioni d’Italia, è commissariato per i ritardi nella realizzazione della struttura.
Del commissariamento della Regione Veneto se ne parla dall’ormai lontano marzo 2015. Infatti il Corriere di Verona titolava «Veneto: Ospedali psichiatrici addio. Regione senza alternative, in arrivo un Commissario». Il settimanale “La vita del popolo” titolava «Inadempiente sugli OPG, Zaia commissariato». Evidentemente il nostro Sindaco non era al corrente di questi articoli. Oggi, sul quotidiano L’Arena, leggiamo questo interessante articolo dal titolo «Rems, Regione commissariata. Il Governo invia un deputato».

L'Arena12022016-pag43-small

Interessante è anche la dichiarazione del Sindaco che, evidentemente, si è ricordato solo ieri del commissariamento da parte del Governo, dichiarando addirittura che si aspettava questo provvedimento. «Ci aspettavamo questo provvedimento, ora occorre che il commissario faccia bene il suo lavoro e che la Rems venga realizzata senza alcun tentennamento. Ci sono i soldi e ci sono già i progetti definitivi. Il Comune attende fiducioso che quanto previsto venga fatto nei tempi fissati, come disse la Regione».
Vedremo ora cosa accadrà e come si procederà con la realizzazione della struttura definita che dovrebbe sorgere su 10.000 mq del lascito Stellini con altra cementificazione e altro spreco di suolo. In qualità di Consigliere Comunale del M5S, nel marzo del 2015, ho chiesto che si esprimessero i nogaresi sull’insediamento o meno della Rems a Nogara, con un apposito referendum consultivo. Il sindaco rispose «non ci penso nemmeno!»

P.S. La Rems a Nogara è stata voluta dall’Amministrazione Mirandola in completa sintonia con l’Assessore Luca Coletto, assessore alla Sanità Regionale Veneta in quota Lega Nord. In occasione del consiglio comunale del 24 febbraio 2014 i rappresentati della Lega Nord nogarese (Falco e Montemezzi) hanno abbandonato l’aula senza votare, di fatto senza opporsi con voto contrario alla realizzazione della Rems.

Share Button

Rems: promesse, posti di lavoro e ristrutturazioni

Lavori Rems provvisoria a Nogara

Il nostro Sindaco a promesse è imbattibile, soprattutto per quanto riguarda la realizzazione e i posti di lavoro inerenti la futura Rems a Nogara. Se si leggono i vari articoli apparsi sulla stampa oltre che i volantini che l’Amministrazione stessa ha ripetutamente stampato e distribuito, si capisce subito che il nostro primo cittadino dice tutto e il contrario di tutto.
In un articolo del 10 marzo 2014, pubblicato sul Corriere di Verona, si legge che i posti di lavoro sarebbero «circa 150». Nel giornalino distribuito dall’Amministrazione (foto sotto), datato febbraio 2015, si legge che «l’Amministrazione ha concordato con la Regione la realizzazione di un Ospedale Giudiziario sia con nuove strutture sia riutilizzando le esistenti per 40 posti (letto n.d.r.) che porterà un investimento di 12.500.000 € e darà lavoro a più di 100 dipendenti».

Giornalino-Amministrazione-febbraio-2015-pag04

Recentemente, nell’ultimo volantino distribuito (foto sotto), l’Amministrazione scrive «i lavori per il REMS, l’Ospedale Giudiziario sono iniziati e già a Gennaio 2016 ci sarà lavoro per una trentina di persone». Da 150 a una trentina, passando per più di 100.

Nogara Prima di Tutto - 122015 - retro - Rems

Come MoVimento 5 Stelle abbiamo sempre sostenuto di non essere contro la realizzazione della Rems, ma di essere contro la cementificazione di nuovo territorio, nello specifico i terreni del lascito “Stellini”. Per questo abbiamo invitato il Sindaco, anche in consiglio comunale, a riutilizzare parte della struttura dell’ex ospedale “Stellini”, struttura che già esiste e in parte inutilizzata. La risposta del Sindaco è stata questa: «la legge prevede nuove costruzioni».
In realtà la legge non prevede per forza nessuna nuova costruzione, ma si possono recuperare strutture già esistenti. Molte regioni italiane hanno utilizzato la formula del recupero edilizio. Se si guardano i progetti regionali si capisce subito quali sono le regioni che costruiscono ex novo e quali ristrutturano l’esistente. Nello specifico Sicilia, Lazio, Puglia, Lombardia e Calabria ristrutturano ospedali già esistenti i quali vengono adibiti ai futuri pazienti delle Rems. Nulla di fantascientifico, solo buon senso.
Siamo convinti che il Sindaco non abbia le idee chiare. Promette centinaia di posti di lavoro che con il passare del tempo sembra si vadano a ridimensionare. Non solo, dichiara che «la legge prevede nuove costruzioni», cosa smentita dalla Regione stessa, la quale sta costruendo una «Rems provvisoria» all’interno dell’ex ospedale “Stellini”.

P.S. Al secondo piano dell’ala est dell’ex ospedale stanno realizzando la Rems provvisoria della Rems provvisoria che troverà collocamento definitivo al primo piano, sempre nell’ala est dell’ex ospedale. Non è uno scherzo, è così. In Italia non esiste niente di più definito del provvisorio!

Share Button

TASI: da 1,1 a 1,8 per mille. Un aumento del 65%

regali-di-natale

A tutti è arrivato il saldo della TASI, la Tassa riguardante i Servizi Indivisibili. Il Comune di Nogara, come da delibera del consiglio comunale che potete leggere a questo link, ha alzato l’aliquota da 1,1 a 1,8 per mille. In sostanza l’aliquota è aumentata del 65%.
Molti nogaresi si chiedono perché l’Amministrazione abbia deciso un aumento così importante. Aumento che ha visto lievitare notevolmente il saldo che scade proprio oggi, 16 dicembre 2015. Secondo quanto scrive su Facebook l’Assessore Poltronieri, assessore alla cultura, scuola e sport, l’aumento è dovuto causa i 200.000 euro tagliati dal governo”. I nogaresi si chiedono quali sono questi Servizi Indivisibili che l’Amministrazione di Nogara finanzia con la TASI.
Per rispondere a questa domanda è sufficiente leggere la delibera di Consiglio Comunale n° 28 del 2015.

Tenuto conto che per servizi indivisibili comunali s’intendono, in linea generale, i servizi, prestazioni, attività, opere, forniti dai comuni alla collettività per i quali non è attivo nessun contributo o tariffa, secondo le seguenti definizioni: servizi generali, prestazioni, attività, opere la cui utilità ricade omogeneamente su tutta la collettività del Comune. Servizi dei quali ne beneficia l’intera collettività, ma di cui non si può quantificare il maggiore o minore beneficio tra un cittadino ed un altro e per i quali non è pertanto non è possibile effettuare una suddivisione in base all’effettiva percentuale di utilizzo individuale. Servizi a tutti i cittadini, ma di cui non si può quantificare il maggiore o minore beneficio tra un cittadino ed un altro, non ricompresi pertanto nei servizi a domanda individuale.

Come da seguente elenco dettagliato, con indicati i relativi costi complessivi di riferimento: gestione e manutenzione del patrimonio: 151.000 €. Polizia Municipale e sicurezza: 38.000 €. Viabilità ed illuminazione pubblica: 396.500 €. Ambiente e verde pubblico: 131.000 €. Servizi socio-assistenziali: 371.000 €. Gettito totale TASI 510.000 €. Percentuale di copertura dei Servizi Indivisibili con gettito TASI: 46,89655% (47% n.d.a.).

Era doveroso mettere in campo una politica per la riduzione degli sprechi, politica che l’Amministrazione non sembra aver attuato, prima di aumentare l’aliquota. Che fine ha fatto il «consulente taglia-spese» presentato alla stampa dal Sindaco il 28 dicembre 2012? Quali spese ha tagliato? Quali sprechi ha eliminato? Questa figura esiste ancora?
La TASI è aumentata, ma va ricordato che non è l’unica tassa che il Sindaco ha “ritoccato”. A novembre 2013 ha aumentato l’IMU, a dicembre 2012 ha aumentato l’IRPEF, ferma allo 0,50% dal 2001. Per non parlare della tassa sui rifiuti, la TARI, che non accenna a diminuire. Una cosa è certa: questa Amministrazione verrà ricordata come l’Amministrazione delle tasse.

Share Button

Pezo el tacòn del buso

Luciano-Mirandola-Primoweb

Nel nostro dialetto si dice “pezo el tacòn del buso”, ovvero peggio la toppa del buco. Il Sindaco ha voluto puntualizzare sul voto suo e della sua maggioranza a proposito della nostra proposta di istituire il “baratto amministrativo” anche a Nogara. Questo l’articolo uscito sul Primo Giornale il 7 ottobre 2015 a pagina 9.

La Precisazione Il sindaco: «Sul baratto amministrativo ci siamo astenuti»
«Non abbiamo votato contro, ci siamo astenuti». Lo precisa il sindaco di Nogara, Luciano Mirandola, chiedendo a Primo Giornale una smentita sull’articolo pubblicato sul numero 15 del 23 settembre scorso a pagina 10 e riguardante la bocciatura della proposta che era stata avanzata nel consiglio comunale dell’8 settembre dal consigliere 5 Stelle, Mirco Moreschi, sul progetto “baratto amministrativo”.
Si tratta della nuova possibilità offerta dall’art. 24 del decreto “Sblocca Italia” chiamato “Misure di agevolazione della partecipazione delle comunità locali in materia di tutela e valorizzazione del territorio” che consente al cittadino di approfittare di agevolazioni fiscali sui debiti contratti con l’amministrazione comunale, ad esempio multe, tributi e tasse non pagate, in cambio di lavoretti utili per il territorio, ripulendo strade, potando alberi e aiuole.
Mirandola ha ragione, ci siamo sbagliati: la sua maggioranza compatta non ha votato contro. Si è astenuta. Il problema è che il risultato non cambia: a Nogara la possibilità per un cittadino di ricorrere al “baratto amministrativo” non è stata concessa dal Comune, cioè dalla maggioranza Mirandola che astenendosi ha bocciato la proposta di Moreschi.

Senza dubbio il Sindaco ha perso l’ennesima occasione per stare zitto. Questa precisazione, «non abbiamo votato contro, ci siamo astenuti», ha sottolineato (se ce ne fosse stato bisogno) una volta di più che lui e la sua maggioranza hanno bloccato una proposta che va a favore dei cittadini nogaresi in difficoltà. Avere espresso un voto “contrario” od “astenuto” poco cambia nella sostanza delle cose.
A Nogara il “baratto amministrativo”, ormai realtà in moltissimi comuni d’Italia, non viene adottato. Caro Sindaco, la puoi girare come ti pare, ma ormai la frittata l’hai fatta.

Share Button

L’Amministrazione Mirandola aumenta la TASI

mirandola-aumento-tasi

gio-down

La cosa che riesce meglio all’Amministrazione Mirandola è mettere le mani nelle tasche dei nogaresi. Come ogni anno l’Amministrazione Mirandola presenta la Relazione Bilancio di Previsione Esercizio Finanziario 2015 (428). Una relazione dove il Sindaco e la Giunta illustrano quello che hanno fatto e quello che intendono fare. Al paragrafo “Riequilibrio finanziario e rispetto del patto di stabilità” si legge:

“Questa amministrazione è rientrata nel rispetto del patto di stabilità nel 2011 e anche per il 2015 si mantiene lo stesso obbiettivo. L’Amministrazione continuerà nella sua ricerca di finanziamenti per opere e servizi, fermo restando lo sforzo del 2015 sarà per la concretizzazione dei finanziamenti già ottenuti. Il 2015 sarà il secondo anno di applicazione delle nuove tariffe combinate IMU-TASI e stante il perdurare della riduzione dei trasferimenti statali siamo costretti ad applicare un aumento dello 0,7% sulle tariffe TASI prima casa. Infatti il Fondo di Solidarietà nazionale (in pratica i trasferimenti ai Comuni dal Governo) è passato dal 812.207,35 euro del 2013 ai 670.047,20 del 2014 ai 435.000,00 del 2015. Di converso le tariffe per la raccolta dei rifiuti calano per il secondo anno consecutivo con un risparmio complessivo per il cittadino di poco meno del 6%”.

Come al solito il Sindaco e la Giunta la raccontano a modo loro. È vero quando scrivono: “questa amministrazione è rientrata nel rispetto del patto di stabilità nel 2011″. È doveroso ricordare che lo sforamento del Patto di Stabilità è iniziato con l’Amministrazione Olivieri, proseguendo e aumentando con l’Amministrazione Falco.
È altrettanto vero quando scrivono: “Il 2015 sarà il secondo anno di applicazione delle nuove tariffe combinate IMU-TASI e stante il perdurare della riduzione dei trasferimenti statali siamo costretti ad applicare un aumento dello 0,7% sulle tariffe TASI prima casa“. L’Amministrazione Mirandola scrive “siamo costretti ad applicare un aumento dello 0,7% sulle tariffe TASI prima casa” per colpa del taglio dei trasferimenti da parte del Governo centrale. Eppure il Sindaco ha nominato un esperto in spending review (questo l’articolo de L’Arena) per ridurre gli sprechi ed ottimizzare le risorse. Forse l’esperto non è stato in grado di assolvere al compito assegnatogli da Mirandola? Sarebbe davvero interessante che l’esperto scrivesse una relazione pubblica dove si illustrano nel dettaglio i “tagli” agli sprechi da lui eseguiti.
Per chiudere nella relazione si legge anche un accenno alle tariffe dei rifiuti. Nello specifico scrivono: “le tariffe per la raccolta dei rifiuti calano per il secondo anno consecutivo con un risparmio complessivo per il cittadino di poco meno del 6%“. Per la precisione le tariffe diminuiscono, di media, del 2,57% per le utenze private e del 3,49% per le aziende. Queste le medie fornite dal Direttore dell’ESA-Com intervenuto durante il Consiglio Comunale del 9 luglio scorso.
Vi invitiamo a leggere tutta la Relazione Bilancio di Previsione Esercizio Finanziario 2015 (428) scritta dal Sindaco e a verificare se quanto scritto corrisponde alla realtà dei fatti. A noi, francamente, ci sembra un copia/incolla con molti errori.

P.S. Nel 2014 a Ragusa il Sindaco del M5S ha azzerato la TASI. Nel 2015 ad Assemini il Sindaco del M5S ha azzerato la TASI. Tutto questo grazie al taglio degli sprechi. 5 stelle, 0 TASI.

Share Button

Consiglio Comunale di giovedì 11 giugno 2015

Giovedì 11 giugno, alle ore 20:45, è convocato il consiglio comunale. A questo link potete leggere i punti all’ordine del giorno. Tra i punti all’o.d.g. c’è il “resoconto del protocollo d'intesa rifugiati (569), percorsi di formazione e tirocini volontari e gratuiti a favore dei cittadini stranieri richiedenti protezione internazionale”.
Al punto due del consiglio si doveva discutere del Piano Finanziario dei Rifiuti per l’anno 2015 (come descrivo nel video). Tale punto è stato spostato ad un nuovo consiglio comunale, seduta che dovrebbe svolgersi giovedì 18 giugno.

P.S. Per i nogaresi (e non) che mi chiedono a che punto sono le firme per la PdL popolare #fuoridalleuro, a questo link potete vedere il video della conferenza stampa al Senato della Repubblica.

Share Button

Unica certezza: la Rems

corte_raffa_edificio_pericolante

gio-down

«Indietro non si torna e la Rems si farà nonostante la contrarietà di tutta o parte della minoranza». Questa la frase che il Sindaco Mirandola ha rilasciato, al quotidiano L’Arena, dopo che i gruppi di minoranza hanno chiesto un Consiglio Comunale aperto al pubblico, per discutere sulla realizzazione della Rems nel territorio comunale. Il primo cittadino che rappresenta, ricordiamolo, solo il 31% dei nogaresi, chiude l’articolo dichiarando che «per Nogara si tratta di un’occasione unica, che rilancerà l’ex ospedale con nuovi servizi e posti di lavoro». L’occasione è talmente unica che nessuno dei 579 Comuni del Veneto, eccetto Nogara, ha voluto la realizzazione della Rems sul proprio territorio. Non c’è che dire: proprio un affarone! Quando il Sindaco dice che la Rems «rilancerà l’ex ospedale con nuovi servizi» fa un’affermazione a cui crede solo lui. Infatti la Delibera Regionale 497 del 04/04/2014 recita testualmente:

“La Giunta Regionale delibera di recepire la proposta dell’Azienda ULSS n. 21 relativa all’ubicazione nel territorio del Comune di Nogara (VR) della struttura sanitaria extraospedaliera per il superamento degli Ospedali Psichiatrici Giudiziari (OPG), ai sensi della legge 17 febbraio 2012, n. 9 art. 3-ter. Di recepire altresì, per la sola parte riguardante il parere sulla realizzazione di detta struttura, il Documento approvato dal Consiglio Comunale di Nogara con deliberazione n° 4 del 24 febbraio 2014, rimandando ai successivi provvedimenti ogni decisione in merito al piano di sviluppo del Centro Sanitario Polifunzionale di Nogara (VR), dettagliato nel citato Documento.”

Nella Delibera della Giunta Regionale del Veneto, per quanto riguarda i benefici per il Comune di Nogara, si prevede solamente una futura valutazione (al momento indefinita) del potenziamento dei servizi ambulatoriali che saranno, eventualmente, da inserire in uno specifico e futuro programma regionale. Si evince chiaramente che nessuna garanzia, né indicazione operativa, è fornita circa lo sviluppo dei servizi nell’ex Ospedale Stellini a beneficio dei cittadini di Nogara. Inoltre, il Documento deliberato dal Consiglio Comunale di Nogara è stato recepito dalla Regione Veneto solo per la parte concernente il parere positivo espresso circa la realizzazione della Rems, mentre, per quanto riguarda il piano di sviluppo del Centro Sanitario Polifunzionale dettagliato nel Documento approvato dal Consiglio Comunale, la Regione Veneto rimanda ogni decisione a provvedimenti successivi, senza specificare tempi e modalità.
A nostro avviso l’unica cosa certa (ad oggi) è la realizzazione, su 10.000 mq del lascito Stellini, della Rems. Tutto il resto rimane, per ora, solo una promessa.

A questo link http://goo.gl/0PFR3S potete leggere l’articolo apparso sul quotidiano L’Arena.

P.S. Ricordiamo che il Consiglio Comunale aperto, chiesto dalle forze di opposizione di Nogara, prevede la possibilità che il pubblico possa intervenire con domande, richieste e considerazioni. Non perdete questa occasione di far sentire la vostra voce. A breve sarà comunicata la data della seduta.

Share Button
Pagine:12345678910»

La pillola rossa

la-pillola-rossa

#fuoridalleuro

Raccolta firme per il referendum #fuoridalleuro

Meetup M5S Nogara

Meetup M5S Nogara

La denuncia

scudo-della-rete

Consiglio Comunale

banner_consiglio_comunale

Parlamento 5 Stelle

Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

Camera dei Deputati

Montecitorio 5 Stelle

Senato della Repubblica

senato5stelle

Il Movimento 5 stelle sostiene

LRZ_logo

banner-porta-la-sporta

Servizi per i cittadini

indennità-sindaco-assessori-small

Decoro Urbano - We DU!

La mappa delle centrali a biogas

Seguici su Twitter

Google Plus

Hangouts

Video

Produzioni Dal Basso

banner-una-montagna-di-balle

banner-genuino-clandestino

Amministrative 2016