Browsing articles from "gennaio, 2013"

Busta paga a cinque stelle

m5s-sicilia

Il MoVimento 5 stelle della Sicilia ha creato una pagina pubblica dove i cittadini possono controllare costantemente tutti gli emolumenti percepiti dai consiglieri regionali. La trasparenza è la nostra sesta stella e, non ci stancheremo mai di dirlo, è la base per un solido rapporto con i cittadini.

Verranno caricate mensilmente le buste paga dei deputati e copia del bonifico delle somme restituite all’Ars. Ogni 4 mesi verrà pubblicato il rendiconto delle spese per l’esercizio del mandato parlamentare e annualmente il bilancio del relativo Gruppo Parlamentare “Movimento 5 Stelle”.

I Cittadini 5 Stelle all’Ars hanno rinunciato a monte all’indennità di trasporto su gomma (voce non obbligatoria), che prevede un ammontare forfettario annuo di:

€ 3.323,00 per i deputati residenti a Palermo
€ 6.646,50 per i deputati residenti entro 100 km da Palermo
€ 7.989,50 per i deputati residenti a più di 100 km da Palermo

I Cittadini 5 Stelle all’Ars percepiranno solo € 2.500 netti dalla loro indennità (oltre novemila euro lorde) e tratterranno dalla Diaria (€ 3.500 mensili – per ogni assenza vengono detratti € 224,90) solo i rimborsi puntuali, ovvero dietro presentazione di relativa documentazione (es. trasporto, affitto, eventuali trasferte). Che fine faranno le somme non percepite dai Cittadini a 5 Stelle?

I Cittadini 5 Stelle all’Ars restituiranno fin da subito le somme restanti tramite bonifico all’Assemblea Regionale, con l’impegno di destinare le stesse ad un apposito capitolo di bilancio vincolato, in favore di un “fondo per il micro-credito a sostegno delle micro-imprese, come definite al comma 3 art. 2 dell’allegato 1 del Regolamento (CE) n. 800/2008, della Regione Siciliana esistenti o di nuova costituzione da destinare ad interventi finanziari per l’avvio dell’attività o per ammodernamento del ciclo produttivo”.

Qualora, non dovesse essere possibile quest’azione, sarà nostra premura consultarci con i cittadini attivi per valutare insieme il modo migliore per utilizzarle e gestirle. È nostra cura ed interesse che questi soldi vengano restituiti in un modo o nell’altro ai cittadini.

I portavoce a cinque stelle della regione Sicilia hanno restituito, come promesso in campagna elettorale, il 70% degli emolumenti. Questi soldi verranno destinati al finanziamento delle piccole imprese. Questi sono fatti che aiutano concretamente l’economia del paese. Il 24 e 25 febbraio votate per voi.

Share Button

Una questione di priorità

priorità

A Nogara la casa dell’acqua è ancora un miraggio. Votata ormai l’estate scorsa, la mozione è ancora in standby e non si sa che fine abbia fatto perché le “comunicazioni del sindaco” si fermano ad un articolo dal titolo casa dell’acqua, avanti piano: «Servono prima le analisi». Sicuramente l’amministrazione sta attendendo, assieme ai bambini delle scuole, l’allacciamento dell’acquedotto promesso dal Sindaco entro Natale.
Il MoVimento 5 stelle ha presentato un piano economico dettagliato all’amministrazione di Nogara dove spiega che conviene al Comune comprare e gestire in proprio la casa dell’acqua e non affidarla al Consorzio dello Sviluppo del Basso Veronese. Lo abbiamo ampiamente spiegato in vari post che abbiamo scritto su questo ed altri blog. Non ci stancheremo mai di ripeterlo: dobbiamo essere padroni della nostra acqua. Va ricordato, per l’ennesima volta, che il referendum del 2011 ha sancito che l’acqua è un bene pubblico che pubblico deve rimanere.
Una casa dell’acqua costa mediamente tra i 20.000 e 30.000 euro, cifra assolutamente sostenibile per un Comune come Nogara. Si sente dire spesso che “non ci sono soldi”, diciamo piuttosto che i soldi sono pochi e che, spesso e volentieri, vengono impiegati male se non malissimo, per cose inutili o di poca concretezza per i cittadini. In un Comune come Nogara, dove l’acquedotto è promesso da più parti da oltre trent’anni, servono assolutamente case dell’acqua che eroghino acqua potabile, sicura e controllata, a prezzi contenuti. Tecnicamente si pagano le tasse al Comune per avere dei servizi, purtroppo spesso e volentieri si pagano le tasse e basta.
Facciamo un esempio su tutti: a cosa serve un cartellone informacittà del costo di 12.100 euro se il sindaco, come dichiarato sul quotidiano L’Arena, ha deciso di fare l’«applicazione del Sindaco»? Mistero della fede. Per quanto ci riguarda era meglio investire questi soldi, donati dalla Coca-Cola HBC, per pagare una parte della casa dell’acqua. L’opera sarebbe stata sicuramente più utile e concreta e a tutto vantaggio dei cittadini Nogaresi. Naturalmente è sempre una questione di punti di vista, oltre che di priorità.

Share Button

Il virus della trasparenza

virus

Nell’ultima seduta del consiglio comunale il MoVimento 5 stelle è stato attaccato pesantemente dall’assessore Antonio Polo. Le “comunicazioni del sindaco” sono state verbalizzate e caricate sull’albo pretorio del Comune di Nogara. Questo è quanto ha detto l’assessore:

L’Assessore Polo illustra i risultati di gestione della festa. Ritiene che da parte del Comitato Festeggiamenti Nogaresi vi sia stata la massima trasparenza nel comunicare i dati di gestione. Evidenzia infatti che lo statuto del Comitato prevede che il rendiconto debba essere pubblicato entro il mese di maggio dell’anno successivo; i dati 2012 sono pubblici già dai primi giorni di gennaio. Censura quanto scritto sul blog del Movimento 5 Stelle, ritenendo offensive le accuse di scarsa trasparenza rivolte al Comitato e dichiara che provvederà a tutelare il buon nome del Comitato nelle sedi competenti. Chiede al consigliere Moreschi quali siano le sue proposte in ordine alla gestione della Festa del Riso, visto che lui contesta tutto e tutti. Afferma che il Comitato Festeggiamenti pur avendo natura privatistica, costituito secondo le norme del codice civile e quindi non obbligato ad osservare le regole della contabilità pubblica, ha provveduto a pubblicizzare sul sito internet del Comune i risultati della gestione della festa, non avendo nulla da nascondere. Coglie l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno ritenuto di collaborare per la buona riuscita della manifestazione.

Quanto affermato dall’assessore è palesemente falso e chiunque può verificarlo leggendo i post scritti su questo blog. Il MoVimento 5 stelle non ha offeso nessuno, tanto meno il Comitato, piuttosto ci risulta il contrario in quanto l’assessore Polo ha più volte intimato al MoVimento 5 stelle di smetterla con le domande. Naturalmente l’assessore dimentica di dire che il Comitato Manifestazioni Nogaresi è composto da tre soggetti: Comune di NogaraPro Loco e Assoimprese. Quanto scriviamo è confermato anche dall’amministrazione stessa su una pagina del sito comunale (questa la schermata). Noi poniamo domande all’amministrazione comunale e chiediamo l’accesso solo ed esclusivamente a documenti pubblici. Va da se che anche noi ci tuteleremo nelle sedi competenti in quanto siamo stanchi di essere intimiditi in continuazione da esponenti dell’attuale amministrazione. Questo accade sovente in quanto il MoVimento 5 stelle è l’unico che pone delle domande e chiede documentazione. Questa la nostra risposta in consiglio comunale:

Il consigliere Moreschi ritiene di non aver offeso nessuno. Sostiene di aver solo rivolto delle domande in merito alla gestione della festa alle quali, chi ritiene, può rispondere. Sostiene altresì, di non aver mai messo in dubbio l’onestà di coloro che si rendono disponibili a gestire la manifestazione. Il Movimento 5 Stelle chiede solo trasparenza.

Internet e i social network hanno cambiato il rapporto tra cittadini e amministratori. Gli amministratori che si iscrivono a Facebook, Twitter o Google Plus, spesso per cercare voti a buon mercato, si scontrano con un rapporto diretto con il cittadino che, sempre più di frequente, non riescono a gestire. Non rispondono alla gente che gli pone domande puntuali e argomentate, domande di trasparenza e partecipazione. Non rispondono in quanto sono figli di un modo di fare politica che non esiste più e che, fortunatamente, non tornerà mai più. Al virus della trasparenza non esiste antidoto.

Share Button

Le “comunicazioni del sindaco”

ricevuta

Ad ogni consiglio comunale le “comunicazioni del sindaco” sono un non punto all’ordine del giorno. Sono un non punto per attaccare costantemente le minoranze. Si dà un’informazione, più o meno utile, e poi si attacca la minoranza. Ieri sera il non punto era rivolto al MoVimento 5 stelle.
L’assessore Polo e il sindaco Mirandola hanno “usato” le “comunicazioni del sindaco” per attaccare il MoVimento 5 stelle a proposito del post cittadini 1 – amministrazione 0, un post dove si fanno domande lecite e pertinenti sul bilancio della festa del riso co’ le nose. Nello specifico l’assessore Polo ha detto che, sia lui che il Comitato, si sentono offesi da questo post e, per questo motivo, intendono tutelarsi. Ci vogliono forse querelare per aver fatto delle semplici e innocue domande? Se l’assessore Polo e il Comitato Manifestazioni Nogaresi si sentono offesi dalle nostre domande di trasparenza è nel loro pieno diritto fare quello che credono, anche una eventuale azione legale.
La “comunicazione” di ieri sera non era nient’altro che un’intimidazione per farci smettere con le domande. Come si fa a non fare domande su un rendiconto che non spiega sostanzialmente nulla? Noi abbiamo posto delle domande semplici e chiare, capibili da chiunque, se gli interessati vogliono rispondere buon per loro, altrimenti va bene comunque in quanto i cittadini hanno già capito il modus operandi dell’attuale amministrazione.
Per concludere la seduta il sindaco ha messo in dubbio l’esistenza della nostra lettera (questo il link alla lettera) inviata al Prefetto di Verona. Il sindaco farebbe bene a crederci in quanto il MoVimento 5 stelle fa quello che dice e dice quello che fa. La raccomandata è stata spedita, dall’ufficio postale di Nogara, in data 27 dicembre 2012 e la ricevuta, che vedete come foto a questo post, è stata timbrata dall’Ufficio Territoriale del Governo di Verona in data 28 dicembre 2012. Noi, a differenzia di qualcun altro, non raccontiamo balle, mai!

P.S. Per l’ennesima volta il sindaco ci ha chiesto i conti del blog. Ricordiamo che, a tal proposito, è stato scritto un post ad hoc. Forse è il caso che il sindaco lo legga di persona, piuttosto che farselo raccontare.

Share Button

Il bilancio degli “altri”

white_rice

Il rendiconto della festa del riso co’ le nose – edizione 2012 è stato pubblicato sul sito del Comune di Nogara e questa è, sicuramente, una buona notizia. La cattiva notizia sta nel fatto che non ci piace essere presi in giro, specialmente da coloro che non perdono occasione per dare lezioni di amministrazione. Se si legge attentamente il bilancio ci si rende conto immediatamente che le voci sono redatte in maniera grossolana e non spiegano assolutamente nulla. Nessun accenno a quanti risotti sono stati venduti e nessun dato sull’affluenza alla festa, niente di niente. Al cittadino non è dato sapere nulla, deve fidarsi e basta!
Le voci da leggere attentamente sono molte, come ad esempio “somministrazione cibi e bevande 86.136,58 €uro”. Quanti risotti sono stati venduti? Quante bevande sono state somministrate? Nessun dato che confermi il risultato scritto. “Altri costi per servizi 9.916,00 €uro”. Quali e che tipo di servizi sono stati erogati per questa cifra? Un’altra voce davvero niente male è quella “altri oneri di gestione 4.470,12 €uro”. Ma la vera chicca, dove si capisce benissimo che questo bilancio è stato redatto per prendere in giro i cittadini, è che si specificano le “spese postali per 13,60 €uro” e non si specificano assolutamente i “15.214,26 €uro di materiale di consumo e acquisti vari”. Cosa si è acquistato con questa considerevole cifra? Neanche qui è dato sapere nulla, visto e considerato che niente è specificato. Nel giornalino dell’amministrazione, distribuito a fine 2012, in merito alla festa del riso co’ le nose gli amministratori scrivono:

Fondamentale resta la Festa del Riso con le Nose che si è chiusa per il secondo anno consecutivo con un bilancio economico positivo, coinvolgendo i produttori di riso e mettendo in campo nuove iniziative come il ristorante degli ospiti.

Due misere righe per descrivere la festa “fondamentale” e più importante del paese. Un bilancio composto da una paginetta A4 dove vengono stampate delle voci dove la parola “altri” la fa da padrone. Un bilancio che lascia molto a desiderare e che rivela chiaramente che la parola trasparenza non è nel vocabolario dell’attuale amministrazione. Non preoccupatevi, i cittadini se ne sono accorti ormai da tempo.

banner_sondaggio_csp

Share Button

Poliambulatorio: vantaggio o svantaggio?

Il_medico_della_mutua

Come tutti ormai sanno l’ex ospedale Stellini è divenuto un Centro Sanitario Polifunzionale. Non è più un ospedale da molto tempo, ma molti continuano a credere e far credere che l’ospedale esista ancora. Se si guarda l’ultimo numero del giornalino dell’ULSS 21, nell’opuscolo del Bilancio Sociale, si nota con chiarezza che l’unico ospedale che è stato chiuso e “trasformato” in Centro Sanitario Polifunzionale è lo Stellini (questa la pagina). Tutti gli altri infatti sono ancora chiamati ospedali, comprese le strutture di Bovolone e Zevio che sembravano a rischio chiusura. Di fatto l’unico che ad oggi non esiste più è l’ospedale di Nogara.
Nella scorso campagna elettorale l’attuale maggioranza prometteva una rivalutazione della struttura e, in varie occasioni, si diceva già essere in contatto con aziende private per un’eventuale azione congiunta fra pubblico e privato per una conversione della struttura. La promessa stampata sulle brochure della lista Nogara prima di tutto era: “ricercare partners privati per la gestione della struttura”. Ad oggi così non sembra essere.
Per dovere di cronaca va ricordato anche il Comitato apposito per la questione ospedale. Comitato nato morto, di cui oggi si è persa ogni traccia, fondato con il solo scopo di far cadere l’amministrazione leghista. A riprova di questo il fatto che il Comitato non ha dato vita a nessuna azione concreta. I video dei vari interventi sono disponibili a questo link. Tanti hanno parlato: dall’attuale assessore Poltronieri, all’ex assessore Sardini, dall’attuale sindaco Mirandola all’ex vice sindaco Ceolini.
Oggi lo Stellini risulta essere un “aggregatore” di ambulatori dove i medici di famiglia fanno quello che abitualmente fanno nei loro studi privati. Niente di più e niente di meno. L’unico vantaggio o svantaggio (dipende dai punti di vista) è di trovare tutti gli ambulatori in un’unica struttura. Per molte persone anziane residenti a Nogara, che ci hanno contattato direttamente, questo “nuovo” servizio risulta essere uno svantaggio in quanto lontano da casa. Persone che si recavano dal medico di famiglia a piedi o in bicicletta, non creando né traffico né inquinamento, oggi si trovano a dover farsi accompagnare in auto da figli, parenti o amici. L’amministrazione Mirandola non ha ancora messo in campo nessuna azione concreta per porre rimedio a questo disagio.
Ad oggi la promessa dell’amministrazione Mirandola non risulta mantenuta e l’attuale soluzione sembra essere più uno svantaggio che un vantaggio, almeno per quanto concerne i cittadini Nogaresi.

banner_sondaggio_csp

Share Button

«Autostrada dei risi»

nogara-risi

L’amministrazione di Nogara è favorevole alla realizzazione dell’autostrada Nogara-Mare, almeno così sembra visto che il sindaco Mirandola non perde occasione per fare dichiarazioni in merito e il gruppo Nogara Prima di Tutto non ha mai espresso la sua contrarietà a tale opera. Noi, come tutti sanno, siamo contro quest’opera che riteniamo inutile e dannosa sia per il territorio sia per le tasche dei cittadini, visto che si farà con il Project Financing, praticamente verrà fatta a debito.

A poche settimane dall’affidamento al concessionario che realizzerà la Nogara-Mare – la nuova autostrada su cui la Bassa veronese e rodigina puntano molto (fatte salve le proteste di chi vi si oppone per motivi ambientali e territoriali) – emergono alcuni dubbi sul suo completamento e, addirittura, sulla sua utilità in questi tempi di crisi. Le perplessità non vengono dalla Regione, a cui è stato affidato il progetto e la sua concessione, ma una parte da politici – il Pd in prima linea – e da alcune considerazione economico, sociali e progettuali che si fanno avanti con l’avvicinarsi dell’inizio dei lavori.

Manca un progetto preliminare però, e non è un piano qualunque: si tratta dell’aggancio con Nogarole Rocca il quale era sì nel bando regionale, ma di esso manca ancora qualsiasi disegno. «Non solo, mancano ancora gli accordi con i vari territori che attraverserà», dice il sindaco di Nogara, Luciano Mirandola. «Detto questo, io sono più che favorevole alla Nogara-Mare, perché porterà unione di territori e non tanto sviluppo industriale lungo l’arteria, concetto che ormai rischia di essere obsoleto, ma una rete di rapporti culturali, sociali ed economici sui quali si deve fortemente puntare». […]

Ha ancora senso? Altro problema, legato sopratutto all’attuale situazione economica è se l’arteria abbia ancora appetibilità o se, con il calo del traffico commerciale, possa interessare molto meno al Consorzio di autostrade. «Il Consorzio non può ritirarsi», dicono da Venezia, «anche perché rischia penalità». «Resta e resterà sempre», riprende il sindaco Mirandola, «un’opera fondamentale, al punto che nella sede mantovana del Politecnico si sta approntando uno screening su tutte le infrastrutture del territorio, in modo da individuare i collegamenti che, ad oggi, è necessario sviluppare per fare rete tra zone, tra punti sanità, musei, zone agricole e culturali». (questo l’articolo completo)

Se ad un’opera come l’autostrada Nogara-Mare, o Nogara-Risi come proposto dal nostro sindaco, servono opere di mitigazione per inserirla in un territorio, vuol dire che l’opera è già di per se fallimentare e non porta nessun reale vantaggio al territorio stesso. Perché mi devi fare delle opere di mitigazione se l’opera che fai la reputi indispensabile per il territorio? Le strade che collegano i vari territori ci sono già, quello che manca è la volontà di unione, manca la volontà di fare squadra. Non sarà certo un’autostrada che creerà unione fra le varie comunità.
Bisogna cambiare le priorità degli interventi pubblici. Gli incentivi vanno dati alle aziende del futuro, alle telecomunicazioni, alla Rete, al telelavoro. La crisi può essere una svolta. I soldi dello Stato, i nostri soldi, devono essere destinati alle energie rinnovabili, alla connettività, alla banda larga. E’ matematico: quando si costruisce una strada si crea nuovo traffico e ulteriore inquinamento.
Lo sviluppo non è nella costruzione di nuove strade ma è nell’ammodernamento e valorizzazione di quelle già esistenti, senza consumare nuovo territorio fertile.

Share Button

Cittadini 1 – Amministrazione 0

Schermata del 2013-01-05 11:15:18

Ieri, 4 gennaio 2013, come per magia è apparso sul sito del Comune di Nogara il bilancio della Festa del riso co’ le nose dell’edizione 2012. Non è esattamente la risposta alla nostra richiesta di documentazione ma sicuramente è una prima vittoria dei cittadini e del MoVimento 5 stelle Nogara. Noi infatti avevamo chiesto di avere accesso a documenti ben specifici per poter capire nel dettaglio le varie voci di bilancio.
Dopo le nostre varie e vane richieste all’amministrazione Mirandola di fornirci i documenti richiesti e di mettere in rete il bilancio, abbiamo deciso di scrivere al Prefetto di Verona. Ci siamo visti costretti a farlo considerata la risposta dell’assessore Polo e la continua strafottenza dell’amministrazione. Forse qualche effetto la nostra missiva l’ha ottenuto visto che per la prima volta nella storia di Nogara il bilancio della festa del riso co’ le nose è scaricabile dal sito del Comune. I soliti pappagalli, ben ammaestrati dall’amministrazione, hanno diffuso la notizia della disponibilità del bilancio presso il Comune. Dovranno fare pur qualcosa per rendersi “utili”.
Analizzando il bilancio disponibile ci rendiamo conto che consiste in una semplice pagina A4 dove alcune voci, significative, non vengono spiegate nel dettaglio. Allegati al bilancio mancano i documenti da noi richiesti, ovvero tutti i dettagli di ogni voce, le fatture, gli scontrini e tutta la documentazione che serve per appurare la veridicità di ogni singola voce.
Facciamo qualche esempio esplicativo. Nelle uscite si legge la voce “noleggio materiali per festa € 44.165”. Di quali materiali si sta parlando? Forse della tensostruttura? Forse delle panchine e dei tavoli? Con questa dicitura così generica non si capisce per cosa sono stati spesi questi 44.165 €. Stessa cosa per la voce “materiale di consumo e acquisti vari € 15.214,26”. Di quale materiale stiamo parlando? Quali sono questi acquisti vari? Idem per l’ultima voce del bilancio la quale recita “altri oneri di gestione € 4.470,12”. Cosa si intende per altri non è dato saperlo.
Un bilancio che deve essere sicuramente spiegato in sede di Consiglio Comunale dall’assessore competente, per delucidare al meglio quelle voci che generano dubbi in quanto redatte in modo grossolano. Va da se che, a questo punto, l’assessore Polo o il Presidente del Comitato Manifestazioni Nogaresi (che sono la stessa persona) dovrebbero fornirci il resto della documentazione, ovvero quello che abbiamo chiesto già da parecchio tempo. Penseremo noi a renderlo disponibile in rete.
Grazie al MoVimento 5 stelle i cittadini nogaresi, per la prima volta, possono visionare il bilancio della festa più importante di Nogara direttamente sul proprio computer. Una vittoria importante e significativa che ha aperto la strada per altre nuove battaglie di trasparenza.

Share Button
Pagine:12»

La pillola rossa

la-pillola-rossa

#fuoridalleuro

Raccolta firme per il referendum #fuoridalleuro

Meetup M5S Nogara

Meetup M5S Nogara

La denuncia

scudo-della-rete

Consiglio Comunale

banner_consiglio_comunale

Parlamento 5 Stelle

Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

Camera dei Deputati

Montecitorio 5 Stelle

Senato della Repubblica

senato5stelle

Il Movimento 5 stelle sostiene

LRZ_logo

banner-porta-la-sporta

Servizi per i cittadini

indennità-sindaco-assessori-small

Decoro Urbano - We DU!

La mappa delle centrali a biogas

Seguici su Twitter

Google Plus

Hangouts

Video

Produzioni Dal Basso

banner-una-montagna-di-balle

banner-genuino-clandestino

Amministrative 2016