Browsing articles from "dicembre, 2012"

Collaborazione e partecipazione

regoliamoci-insieme-partecipazione-diretta

Il sindaco di Nogara ama spesso criticare i sindaci a cinque stelle e, nello specifico, il sindaco di Parma Federico Pizzarotti. Critica senza avere ben chiaro cosa stiano realizzando e soprattutto critica per partito preso. Mirandola e compagnia non perdono occasione per sfottere, criticare o deridere il MoVimento 5 stelle e parlano senza cognizione di causa in quanto del MoVimento non sanno praticamente nulla.
Il sindaco Pizzarotti ha dato vita ad una piccola ma grande rivoluzione. Se si visita il sito del Comune di Parma, oltre che trovare tutte gli atti e le informazioni inerenti al Comune e all’amministrazione, si può notare che è stata creata un’area apposita per la partecipazione del cittadino alla vita pubblica denominata collaborazione e partecipazione. Una sezione del sito dedicata, dove i cittadini di Parma possono esprimere il loro parere su molte questioni e scegliere come partecipare attivamente alla vita del paese.
Partecipare è semplice, basta essere residenti nel Comune di Parma e registrarsi al sito, in questo modo si può prendere parte attivamente alle discussioni, per esempio, sui regolamenti comunali, sulla qualità dell’aria della città oppure partecipare alla creazione del nuovo welfare. Temi concreti e reali che vedono l’aiuto dei cittadini per creare una città migliore, affinché tutti possano sentirsi parte di un progetto comune: praticamente l’esatto contrario di quello che succede a Nogara.
Qui da noi infatti viene messo in rete il minimo indispensabile per non abituare i cittadini a troppa trasparenza, il cittadino deve sapere il meno possibile e solo le cose che all’amministrazione aggradano. Possiamo fare molti esempi, uno fra tutti i rendiconti della Festa del riso co’ le nose, per non parlare delle centrali a biogas (spuntate come funghi senza che nessuno sapesse nulla se non ad impianti finiti), all’impianto di fusione di prossima costruzione a Nogara per finire con tre impianti fotovoltaici in venti giorni. Che dire: trasparenza prima di tutto.
Il sindaco Mirandola, invece di perdere tempo in critiche puerili ed inutili, farebbe un servizio al paese se cominciasse a copiare le buone pratiche messe in atto dall’amministrazione Pizzarotti. Azioni concrete e semplici per avvicinare i cittadini alla vita politica del paese per coinvolgerli nelle scelte che riguardano il loro futuro.
Sappiamo benissimo che queste sono solo vane speranze in quanto l’amministrazione Mirandola ha già dimostrato, in varie occasioni, di infischiarsene allegramente di parole come trasparenza e partecipazione.

dona-movimento

Share Button

Il libero arbitrio dell’assessore Polo

red_pill_blue_pill

Alcuni amministratori si sentono onnipotenti e pensano di poter fare tutto quello che gli pare dimenticando, a volte di proposito, che devono sempre rendere conto ai cittadini. Il loro operato deve essere trasparente e controllabile da tutti, anche e soprattutto da quelli che non li hanno votati. E’ il caso dell’assessore Polo che ha risposto alla nostra richiesta di documentazione in qualità di Presidente del Comitato Manifestazioni Nogaresi e non in qualità di assessore.
L’assessore ha risposto con arroganza e supponenza scrivendo chiaramente che “il Comitato Manifestazioni Nogaresi non ritiene di dover adempiere a quanto da Lei richiesto.” Questo non è affatto vero e l’assessore Polo mente sapendo di mentire. L’articolo 43 comma 2 del Testo Unico degli Enti Locali (TUEL) recita quanto segue:

I consiglieri comunali e provinciali hanno diritto di ottenere dagli uffici, rispettivamente, del comune e della provincia, nonché dalle loro aziende ed enti dipendenti, tutte le notizie e le informazioni in loro possesso, utili all’espletamento del proprio mandato. Essi sono tenuti al segreto nei casi specificamente determinati dalla legge.

La richiesta di documentazione da me fatta è legittima e rientra nelle mie facoltà. L’assessore Polo non può arbitrariamente decidere se devo o non devo avere la documentazione. L’assessore Polo non può decidere di adempiere o meno a una richiesta di qualsiasi consigliere comunale che necessita di documentazione per espletare il proprio mandato. L’intera risposta rasenta il ridicolo, per non dire il patetico. L’assessore infatti conclude la lettera scrivendo:

Ricordiamo che al momento della nomina dei rappresentanti del consiglio comunale all’interno del Comitato, la Signoria Vostra, assieme alle altre minoranze, si è rifiuta di nominare un proprio rappresentante.

La nomina dei rappresentanti, citata dall’assessore, con la richiesta di documentazione non c’entra assolutamente nulla e le due cose non sono assolutamente attinenti. Nel consiglio comunale, dove la maggioranza ha approvato l’istituzione del Comitato Manifestazioni Nogaresi, il MoVimento 5 stelle ha spiegato chiaramente la propria posizione al riguardo del Comitato che reputa superfluo e senza nessuna apparente utilità per il paese e per la collettività. Non vogliamo far parte di strutture inutili che non portano nessun vantaggio reale al paese e ai cittadini. Lo sappiamo benissimo che il Comitato Manifestazioni Nogaresi è la realizzazione di un sogno dell’assessore Polo, il quale da tempo sognava un organo simile, una sorta di Ente Fiera de noantri, ci spiace ma per noi non è così.
L’assessore Polo ha scelto deliberatamente di non adempiere ai suoi doveri e non fornire la documentazione richiesta dal MoVimento 5 stelle. C’è forse qualcosa da nascondere? C’è forse qualcosa che il MoVimento 5 stelle e i cittadini di Nogara non devono sapere? C’è forse qualcosa che non deve essere portato alla luce del sole, riguardo l’ultima edizione della Festa del riso co’ le nose? Tutte queste domande sorgono spontanee visto che la trasparenza dell’assessore, assieme a quella della maggioranza, lascia molto a desiderare.

P.S. Se non sei parte della soluzione, allora sei parte del problema.

Share Button

Festa del riso co’ le nose 2012: top secret!

TopSecret

La trasparenza da parte dell’amministrazione Mirandola non esiste e, oggi, ne abbiamo avuto l’ennesima prova. Quasi un mese fa avevamo protocollato una richiesta di documentazione relativa alla Festa del Riso co’ le Nose edizione 2012. Questa mattina ci è arrivata la risposta che, con nostro stupore, ci ha lasciati veramente basiti.

Si precisa che il Comitato Manifestazioni Nogaresi per la gestione 2012 non ha percepito alcun contributo economico da parte del Comune di Nogara. In riferimento alla richiesta protocollata il 21/11/2012 il Comitato Manifestazioni Nogaresi non ritiene di dover adempiere a quanto da Lei richiesto.

Secondo quanto prevede lo Statuto del Comitato, sarà nostro dovere e premura presentare al Comune di Nogara copia del bilancio della manifestazione nei termini previsti dallo stesso Statuto. Ricordiamo che al momento della nomina dei rappresentanti del consiglio comunale all’interno del Comitato, la Signoria Vostra, assieme alle altre minoranze, si è rifiuta di nominare un proprio rappresentante.

Cordiali saluti, il Presidente Antonio Polo

Per dovere di cronaca Antonio Polo non è solo il Presidente del Comitato Manifestazioni Nogaresi ma è anche socio della Pro Loco di Nogara nonché Assessore all’associazionismo, Coordinamento delle Manifestazioni e Rapporti con la Pro Loco dell’amministrazione Mirandola, un assessorato inventato ad hoc per l’occasione. A Nogara non abbiamo l’assessorato all’ambiente ma abbiamo l’assessore alle manifestazioni, è proprio il caso di dire: panem et circenses.
Nella nostra istanza non abbiamo mai fatto accenno alla richiesta di informazioni di un eventuale contributo da parte del Comune di Nogara al Comitato. E’ un’informazione che non abbiamo richiesto e non capiamo perché ci venga fornita. Al contrario avevamo chiesto tutta una serie di documenti che, come scritto nella risposta del Presidente Polo, non ci vengono forniti in quanto “il Comitato Manifestazioni Nogaresi non ritiene di dover adempiere a quanto da Lei richiesto“.
La mia richiesta è legittima ed è nel pieno delle mie competenze e facoltà di consigliere comunale. Prendo atto che l’assessore Polo non vuole adempiere ai suoi doveri e, nello specifico, non vuole fornire ad un consigliere di minoranza tutta la documentazione richiesta, riguardante un Comitato pubblico che ha organizzato una festa pubblica.
Non avevamo alcun dubbio sulla risposta dell’assessore Polo e questo non può che farci sorgere ulteriori dubbi sull’andamento della festa, nonché nel modus operandi del Comitato Manifestazioni Nogaresi. Ci dispiace davvero perché l’amministrazione Mirandola ha perso l’ennesima occasione per mettere in pratica ciò che professa. La trasparenza non è assolutamente prerogativa dell’amministrazione Mirandola.
Ci sono state persone che mi sono venute a dire di persona, e altre che hanno scritto su questo blog, che dovrei fidarmi di quello che ci racconta l’amministrazione. Dopo questa risposta perché mai dovrei farlo?

P.S. Questa mattina il Firma Day è andato benissimo, grazie a tutti quelli che hanno firmato. Domenica prossima, in piazza Umberto I, vi aspettiamo per un altro Firma Day dalle 9:00 alle 12:30. Quello di cui abbiamo bisogno è una firma, non un voto.

Share Button

Impianto di fusione: le risposte all’interrogazione

riciclare_alluminio

Sono arrivate le risposte alla nostre domande poste con l’interrogazione riguardante l’impianto di fusione della Eco Green che si insedierà a Nogara e precisamente in ZAI 2. Come promesso ecco le risposte.

D. Cosa si intende per rottami metallici? Che tipo di rottame metallico viene recuperato e trattato? Da dove proviene il rottame metallico recuperato e trattato?
R. Le attività che la ditta Eco Green andrà a svolgere nell’insediamento di Nogara possono quindi così riassumersi: commercio, selezione cernita e recupero di rifiuti di metalli prevalentemente non ferrosi (attività attualmente svolta nello stabilimento di Villafranca). Fusione di alluminio secondario. Smaltimento di scorie saline (cloruro di sodio e cloruro di potassio) prodotte o acquistate.
I principali rottami processati nello stabilimento saranno: lastre, rotoli, schiumature, colaticci, getti, trucioli, lattine e rottami in genere di alluminio provenienti dalla provincia di Verona e territori limitrofi. Per limitare eventuali rischi di possibili contaminazioni dell’aria e minimizzare la produzione di polveri diffuse l’azienda ha stabilito che le operazioni di movimentazione dei rottami avvengano al chiuso. Inoltre, per ridurre il rischio di possibile contaminazione del suolo e delle acque dovute ad eventuali sversamenti o percolamenti di liquidi presenti nei rifiuti, l’azienda ha previsto che saranno realizzate caditoie dotate di pozzetti a tenuta e la convenzione con un apposito servizio di spurgo mediante auto-cisterna, attivabile anche in emergenza 24 su 24.

D. Cosa si intende per fusione? Quale tipo di fusione viene eseguita?
R. L’attività di fusione si svilupperà attraverso quattro stazioni: fusione (forno rotativo inclinabile tipo stiling e forno di attesa), impianto di colata ed impianto di trattamento dei fumi di scarico. L’intera linea di produzione è fornita “chiavi in mano” dalla ditta Bartz Maschinenbau GmbH.

D. Quale tipo di emissione in atmosfera genera tale fusione?
R. Tutti i residui gassosi della lavorazione verranno convogliati per essere trattati e saranno sottoposti ad una prima fase di separazione delle particelle grossolane tramite il passaggio attraverso un ciclone, quindi verranno inviati al sistema di purificazione (adsorbimento a secco) con aggiunta di idrossido di calcio e carbone attivo (carbon coke) e passaggio in filtro a maniche. Il gas così purificato sarà convogliato tramite un estrattore che produce bassa pressione dall’impianto filtrante al camino a da lì disperso in atmosfera.

D. Quanto traffico pesante transiterà e su quali percorsi da e per l’impianto?
R. Durante la fase di esercizio si stima che l’intera movimentazione presente nell’arco della giornata per le operazioni di scarico rottami e carico prodotti finiti o rifiuti sia pari a 60 automezzi. Di questi 30 camion partiranno dall’impianto e 30 arriveranno verso l’impianto, pari a 6 viaggi ora. Dall’analisi del flusso di traffico risulta che l’incremento percentuale giornaliero sia in direzioni Ostiglia che in direzione Verona risulterà pari al 3% in termini di veicoli equivalenti. Per quanto riguarda, invece, la fase di cantiere i mezzi utilizzati sono massimo 20 al giorno e dunque inferiori ai 30 ipotizzati in fase di esercizio.

D. A quanto dista, in linea d’aria, il futuro impianto dalla località Motta?
R.
L’area su cui si intende realizzare il fabbricato è situata a circa 500 m ad ovest della località La Crosara e a circa 850 m a nord-ovest dalla località Calcinaro, nel Comune di Nogara, sulla strada statale n° 12 “dell’Abetone” Verona-Modena in direzione Isola della Scala l’area è contraddistinta dai mappali n. 338, 394, 397, 400, 403 appartenenti al foglio n. 12 del Comune di Nogara

D. Quanti posti di lavoro si stima possa portare questo impianto?
R. In base alla documentazione presentata dalla ditta Eco Green è previsto che l’intervento generi un impiego di personale diretto compreso tra 15 e 20 persone. A questi vanno sommato il personale indiretto impiegato sia durante la fase di cantiere che durante la fase di esercizio dell’impianto.

Diamo atto al vice sindaco Pasini di aver risposto a tutte le nostre domande nei tempi previsti dal regolamento. Di questo lo ringraziamo in quanto crediamo che il rispetto delle regole, da parte di tutti, sia fondamentale. Non si può certo dire lo stesso di altri assessori che rispondono alle nostre mozioni dopo quasi un anno dalla presentazione.
Con questa interrogazione siamo convinti di aver fatto servizio d’informazione verso i cittadini, informazione che l’attuale amministrazione di Nogara non sembra aver dato. L’impianto è sicuramente motivo di attenzione da parte del MoVimento 5 stelle il quale, come spesso accade, è l’unica forza politica che pone domande e chiede delucidazioni.

Share Button

Firma Day a Nogara

firmaday_nogara

Il Firma Day a Nogara prende ufficialmente il via. Giovedì 20 in zona mercato (piazzetta Franceschetti) e Domenica 23 in piazza Umberto I, dalle 9:00 alle 12:30, ci sarà un banchetto dove si potrà firmare per la presentazione delle liste del MoVimento 5 stelle al Parlamento. Per poter firmare, sia per la Camera che per il Senato, occorre essere muniti di un documento d’identità (carta d’identità o patente di guida). Per il Senato possono firmare tutte le persone che hanno compiuto i 25 anni di età. Il MoVimento 5 stelle chiede una firma, non un voto. Una firma che gli possa permettere di presentarsi alle prossime elezioni politiche del 2013.
Inoltre, presso gli uffici elettorali dei Comuni di Gazzo Veronese e Sanguinetto, saranno a disposizione i moduli per firmare. Anche in questo caso si deve essere muniti di documento d’identità.

P.S. In lista per la Camera dei Deputati abbiamo anche il nostro Gabriele Pernechele. Questo il suo blog pernechelegabriele.weebly.com

Share Button

Tasse prima di tutto

Nogara Prima di Tutto - Vintage

L’amministrazione Mirandola verrà ricordata come l’amministrazione delle tasse. I cittadini lo devono sapere a gran voce che questa amministrazione, guidata dal sindaco Mirandola, ha dapprima aumentato l’IMU e, nel consiglio comunale scorso ha aumentato l’aliquota comunale IRPEF. Era dal lontano 2001 che non si metteva mano all’IRPEF. Nessuna amministrazione, prima di questa, aveva preso in considerazione tale ipotesi.
Si alzano le tasse quando non si hanno idee in quanto è la cosa più semplice da fare. Il “Monti della Bassa” preferisce alzare le tasse che cercare altre vie per far quadrare i conti. Sarebbe il caso di abbattere gli sprechi e concentrare le risorse sulle cose che contano. Sarebbe il caso di fare azioni veramente virtuose, prima che professarle solo ed esclusivamente a parole. Troppo complicato, troppo dispendio di materia grigia: meglio alzare le tasse, si fa presto e il risultato è garantito.
Le aliquote proposte dall’amministrazione Mirandolesca sono state cambiate due volte in quanto, la proposta di delibera è stata emendata dalla stessa maggioranza (?). L’assessore Poltronieri si è subito prodigato nello spiegare alle minoranze che anche in Parlamento succede questo. L’assessore si dimentica di essere a Nogara, ma soprattutto si dimentica che il suo gruppo è formato da nove persone. In Parlamento sono leggermente di più.
L’aliquota, fino ad oggi in vigore, era dello 0,50%, dal gennaio prossimo si applicheranno le nuove aliquote decise dall’amministrazione Mirandola: 0,56% fino a 15.000 €uro; 0,66% da 15.001 a 28.000 €uro; 0,69% da 28.001 a 55.000 €uro; 0,69% da 55.001 a 75.000 €uro; 0,69 da oltre 75.000 €uro.
Le famiglie faticano ad arrivare alla terza settimana del mese, i carburanti sono alle stelle, fare la spesa per mangiare è diventato sempre più costoso, le bollette sono sempre più pesanti, i negozi sono deserti e l’amministrazione Mirandola decide di fare un bellissimo regalo per le prossime festività. Un regalo che i nogaresi non scorderanno mai. Prima l’innalzamento dell’IMU e adesso l’innalzamento dell’IRPEF. Avanti tutta con Nogara prima di tutto!

Share Button

Fotovoltaico: tre impianti in venti giorni

Nell’ultimo consiglio comunale al punto sei si è discusso di opere pubbliche. Nello specifico, l’amministrazione comunale ha modificato il piano delle opere triennali 2012/2014. Nella modifica l’amministrazione Mirandola ha inserito tre impianti fotovoltaici. Un impianto sul tetto del magazzino comunale di via Molino, uno sul tetto della tribuna del centro sportivo di via Onesti e un altro sul tetto degli spogliatoi del centro sportivo, sempre di via Onesti. Fino a qui nulla di male, anzi, siamo favorevoli agli impianti fotovoltaici su tetti comunali e a tutte quelle migliorie apportate agli edifici pubblici che vanno nella direzione del risparmio energetico.
Nel nostro intervento in aula abbiamo sollevato molte domande e qualche dubbio sul metodo messo in campo dall’amministrazione comunale per la realizzazione di questo intervento. Le nostre domande, come potete vedere dal video, non hanno ricevuta alcuna risposta e, tanto per cambiare, il sindaco ha sospeso la seduta.
La prima perplessità posta riguarda la tempistica. Il bando porta la data del 16 novembre ed è stato pubblicizzato sull’albo pretorio del Comune di Nogara. La sua scadenza era fissata per il 29 novembre alle ore 12:00. Il bando prevede l’entrata in esercizio dei tre impianti entro e non oltre il 31 dicembre. La ditta che si aggiudica l’appalto deve smaltire l’eternit (ove previsto), posizionare i pannelli, allacciare gli impianti e metterli in funzione in soli venti giorni lavorativi. Crediamo che il tempo a disposizione sia davvero troppo poco.
La seconda perplessità riguarda gli incentivi del GSE. Per spiegarlo meglio ricorriamo a quanto scritto nel bando predisposto dall’amministrazione comunale.

Il Comune di Nogara riconoscerà alla Ditta concessionaria gli importi scaturenti dal riconoscimento della tariffa incentivante riconosciuta dal GSE, ai sensi del D.M. 5 maggio 2011 (quarto conto energia n.d.r.), per tutti gli impianti realizzati per anni 20 (venti). Resteranno al Comune di Nogara, oltre ai benefici derivanti dallo scambio sul posto, le somme derivanti dalla liquidazione delle eccedenze dell’energia prodotta dall’impianto durante l’intero periodo di gestione. (Art. 6 – Corrispettivi)

Il Comune di Nogara gode di una condizione di privilegio (riservata a tutte le Pubbliche Amministrazioni) in quanto usufruisce del quarto conto energia con conseguenti incentivi economicamente più vantaggiosi rispetto all’attuale quinto conto energia, conto a cui qualsiasi privato cittadino o ditta sono assoggettati in caso di installazione di impianti fotovoltaici. In buona sostanza il concessionario (colui che si aggiudica l’appalto) accede a contribuiti pubblici (erogati con il pagamento delle bollette dell’energia elettrica) a cui non potrebbe mai accedere. Oltre a questo nel bando si fa accenno anche agli oneri per la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti fotovoltaici.

[…] Saranno a carico del Comune gli oneri per la manutenzione ordinaria e straordinaria degli impianti. Relativamente alla manutenzione ordinaria la stessa sarà affidata alla Ditta aggiudicataria dietro il corrispettivo annuo di complessivi euro 1.500,00 dedotto il ribasso fatto in sede di gara. Il Comune rinuncia ai contributi dal GSE che saranno introitati direttamente dalla Ditta concessionaria. […] (Articolo 4 – Procedura a carico del Comune)

I cittadini Nogaresi si accolleranno tutti gli oneri della manutenzione ordinaria e della manutenzione straordinaria. Per quanto concerne la manutenzione ordinaria, la stessa sarà affidata alla ditta che si aggiudicherà la gara d’appalto. Che dire: questo bando ci sembra un po’ strano.
Alle nostre perplessità, sollevate durante la discussione in consiglio comunale, nessuno dell’amministrazione ci ha fornito delucidazioni e risposte, ma, al contrario siamo stati accusati di non volere l’installazione di impianti fotovoltaici, affermazione quanto mai falsa e per certi versi paradossale. Le nostre perplessità riguardano il modus operandi che questa amministrazione ha adottato per la realizzazione di questi impianti, non certo per gli impianti stessi.

– Questo il video dell’intervento del MoVimento 5 stelle Nogara
– Questo il bando pubblicato sull’albo pretorio del Comune di Nogara

Share Button

Gli spogliatoi dell’ex campo sportivo di via Sterzi

Gli spogliatoi dell’ex campo sportivo di via Sterzi sono in condizioni a dir poco pietose. Gli atti vandalici si sprecano fra vernice spray e rottura di porte, finestre e bagni. Le foto parlano da sole e non serve nessuna descrizione per constatare che lo stato è davvero vergognoso. Crediamo sia il caso di intervenire al più presto per salvare il salvabile e recuperare, per quanto ormai possibile, quello che si può.
Chiunque può segnalare una situazione di degrado usando il servizio gratuito Decoro Urbano, attivo nel comune di Nogara dallo scorso anno e mai sponsorizzato dall’attuale amministrazione in quanto voluto e proposto dal MoVimento 5 stelle. Usatelo e partecipate al decoro del vostro paese, solo con l’aiuto di tutti si potrà avere un paese vivibile.

P.S. L’applicazione Decoro Urbano è gratuita e disponibile per sistemi Android e iOS.

Share Button
Pagine:12»

La pillola rossa

la-pillola-rossa

#fuoridalleuro

Raccolta firme per il referendum #fuoridalleuro

Meetup M5S Nogara

Meetup M5S Nogara

La denuncia

scudo-della-rete

Consiglio Comunale

banner_consiglio_comunale

Parlamento 5 Stelle

Il portale ufficiale del Parlamento 5 Stelle con tutte le notizie, gli articoli, le attività e i video

Camera dei Deputati

Montecitorio 5 Stelle

Senato della Repubblica

senato5stelle

Il Movimento 5 stelle sostiene

LRZ_logo

banner-porta-la-sporta

Servizi per i cittadini

indennità-sindaco-assessori-small

Decoro Urbano - We DU!

La mappa delle centrali a biogas

Seguici su Twitter

Google Plus

Hangouts

Video

Produzioni Dal Basso

banner-una-montagna-di-balle

banner-genuino-clandestino

Amministrative 2016